L’isola delle bambole COMMENTA  

L’isola delle bambole COMMENTA  

Nel cuore di Xochimilco, una delle sedici delegazioni del Messico, sorge un’isola tra le più spaventose del mondo: Isla de las Muñecas, l’isola delle bambole. L’isola deve il suo nome alla fitta presenze di bambole appese agli alberi ed è oggi tra le più visitate da turisti di tutto il mondo.


Narra la leggenda che attorno al 1950 viveva sull’isola tale Don Julián Santana Barrera. Un giorno Don Julián trovò il corpo di una ragazza annegata lungo le rive del fiume e vide accanto al cadavere una bambola. Come segno di rispetto, Santana decise di appendere la bambola su un albero. Da lì strane presenze popolarono l’isola: per scacciare ciò che Don Julián credeva essere lo spirito della ragazza, decise di appendere un numero sempre maggiore di bambole lungo l’intera isola, a tal punto da meritarsi, appunto, il soprannome di isola delle bambole.


A rendere ancora più agghiacciante la storia di quest’isola è la morte del suo protagonista, Don Julián Santana Barrera, nel 2001: Don Julián fu ritrovato morto nel fiume, annegato, nello stesso identico luogo in cui fu trovata la ragazza. Oggi l’isola è ancora piena di bambole impiccate sugli alberi ed è meta d’attrazione di migliaia di turisti, vogliosi di sfidare lo spirito dell’isola.


1 / 6
1 / 6
2994076542_a546e28738_b
Aokigahara_forest_03
Interior_de_la_Isla_de_las_muñecas
Isla_de_las_muñecas_1
Isla_de_las_muñecas_5
Xochimilco_(isla_de_las_muñecas)

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*