L’Italia alla Confederations Cup COMMENTA  

L’Italia alla Confederations Cup COMMENTA  

Quattro anni fa, gli azzurri è andarono a casa dopo il primo turno. Un anno dopo, ai Mondiali del 2010, l’Italia ancora una volta è stata eliminata dopo la fase a gironi.


“Stare insieme per un mese offre una grande opportunità per migliorare. Lo sappiamo fin troppo bene ora”, ha detto il difensore Giorgio Chiellini. “Quattro anni fa in Sud Africa non siamo stati uniti e abbiamo pagato il prezzo.”

Il 2009 e il 2010 hanno portato alla fine di Marcello Lippi come allenatore l’Italia e l’inizio dell’era di Prandelli Cesare.


In soli due anni, Prandelli ha trasformato gli azzurri che hanno raggiunto l’anno scorso finale del Campionato Europeo, che è come si sono qualificati per la Confederations Cup.


Prandelli si vanta di non dare nulla per scontato e che senza dubbio vuole l’Italia come durante gli Euro 2012.

“E’stata una stagione dura, ma la maglia della nazionale ci unisce e riporta il nostro entusiasmo”, ha detto Prandelli. “Tre anni fa abbiamo iniziato un progetto sapendo che avremmo incontrato difficoltà. Sapevamo che avremmo dovuto cercare un ritmo più veloce e una maggiore qualità di gioco. Non si può cercare di decidere una partita con un episodio.”

Forse a causa del risultato finale Euro 2012, l’Italia ha introdotto un nutrizionista nel suo personale a tempo pieno per questo torneo.

L'articolo prosegue subito dopo

Una ancora più grande aggiunta dovrebbe essere Stephan El Shaarawy , 20 anni in attacco al 22 enne Balotelli, formando il più giovane tandem di qualsiasi squadra nazionale.

El Shaarawy e Balotelli hanno già mostrato il loro potenziale insieme al Milan la scorsa stagione. El Shaarawy ha segnato in Serie A 16 gol e Balotelli 12 in 13 presenze, dopo il trasferimento al Manchester City a gennaio.

Antonio Cassano, che era un appuntamento fisso in attacco l’Italia di un anno fa, è stato eliminato dalla squadra dopo gli Euro 2012.

Il 34 enne Pirlo ha intenzione di ritirarsi dalla nazionale dopo la Coppa del Mondo del prossimo anno.

Nel Gruppo A, l’Italia incontra il Messico a Rio de Janeiro, poi affronta il Giappone tre giorni dopo a Recife e il Brasile il 22 giugno a Salvador.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*