L'Italia che Lavora, Uniti da 150 anni - Notizie.it

L’Italia che Lavora, Uniti da 150 anni

Lavoro

L’Italia che Lavora, Uniti da 150 anni

La nuova Costituzione Repubblicana entra in vigore il 1° gennaio 1948, tra i principi fondamentali...



La nuova Costituzione Repubblicana entra in vigore il 1° gennaio 1948. Tra i principi fondamentali:

Art. 1 L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro…

…La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo…
ed altro passo fondamentale: tutti i cittadini hanno pari dignita’ sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinione politiche di condizioni personali e sociali.

Il lavoro è un diritto di ogni cittadino.

Noi popolo italiano siamo un popolo di grandi valori, un popolo orgoglioso, dal nord al sud, siamo grandi lavoratori, soprattutto, L’Italia è un Paese che non si arrende e sa ricostruire, sa rinascere, sempre.
Purtroppo è una festa, quella di oggi 17 marzo 2011, 150° Anniversario dell’ Unita’ d’Italia, decisamente sottotono per la catastrofe che ha colpito il Giappone, il terremo, lo tsunami e l’allarme nucleare hanno devastato l’intero Paese, intere famiglie distrutte, e diventa difficile parlare dell’amore per una Patria Distrutta, ma l’ Italia in un compianto silenzio è capace di grandi gesta.

Io oggi voglio, abbracciare ogni cittadino italiano, soprattutto le donne italiane che hanno contribuito a fare la storia dell’ Italia e spezzare una lancia a favore dell’ imprenditoria femminile che secondo il rapporto di Unioncamere sull’imprenditoria femminile, diffuso qualche gorno fa, le aziende guidate da donne, che hanno sfiorato quota 1,4 milioni nel periodo 2009-2010, si sono comportate nettamente in maniera migliore di quelle maschili, le quali sono cresciute del 2,1%. Questo è sicuramente un dato positivo per il nostro Paese.
Questi dati dimostrano come l’imprenditoria femminile funga da traino per la crescita del Paese, ecco quindi una breve guida di come beneficiare delle agevolazioni:

-possono beneficiare delle agevolazioni le societa’ cooperative e le societa’ di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne,
-le imprese individuali gestite da donne,
le agevolazioni possono essere concesse per:
-avvio di nuove attivita’
-progetti aziendali
-promozione di corsi di formazione

Le agevolazioni consistono in un contributo in conto capitale,
ovvero a fondo perduto e la loro entita’ varia a secondo di parametri quali:

-il regime agevolativo prescelto,
-la tipologia di investimento effettuato,
-l’ubicazione territoriale dell’unita’ produttiva,

Per tutte le informazioni è opportuno rivolgersi alla Camera di Commercio.

Con questa speranza, il sito Augura a tutti gli italiani, fieri e custodi fedeli dell’amore di Patria, una chiara e netta ripresa del lavoro, di fiducia, di stimolo, affinchè il lavoro porti dignita’ ad ogni uomo e donna, la voglia di creare una vera unione famiglia, ed i figli, che sono il futuro della nostra bella Italia, affinchè possano studiare e diventare grandi uomini e grandi donne, fieri del loro Paese.

A U G U R I e ” Fratelli d’ Italia, l’ Italia s’è desta…”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche