L’Italia dei disoccupati: 3 milioni senza lavoro

Economia

L’Italia dei disoccupati: 3 milioni senza lavoro

Cresce inesorabilmente il numero di persone senza un lavoro in Italia. Nel solo 2012, il numero dei ‘senza lavooro’ è aumentato di 609.500 unità. Un vero e proprio esercito che crescerà ulteriormente anche nel 2013, di altre 246 mila unità. Una cifra che porterà il numero dei disoccupati dai 2,7 milioni circa del 2012 ai 2,9 milioni del 2013, passando da un tasso di disoccupazione del 10,6% all’11,5%.

La situazione è allarmante e legata alle pessime condizioni generali dell’economia italiana che, come spiegato dal segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi, “si riflette negativamente sulla tenuta occupazionale anche delle piccole imprese”. Le categorie più a rischio rimangono giovani, donne e stranieri. Secondo la Cgia, per far ripartire l’economia sono necessarie misure anticicliche. Troppe sono oggi le imprese allo stremo, la cui tenuta è ridotta ai minimi termini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche