L’Italia tra gli ultimi posti per i diritti dei gay COMMENTA  

L’Italia tra gli ultimi posti per i diritti dei gay COMMENTA  

Anche quest’anno l’ ILGA Europa ha stilato l’indice rainbow e cioe’ il rapporto annuale sulla situazione dei diritti umani delle persone LGTBI in Europa.


L’indice rainbow riflette su 49 paesi europei attribuendo un punteggio che va tra i -12 ai 30, per capire la situazione di ugualianza o meno dei diritti dati ai gay o agli eterosessuali e in nessuno di questi paesi si raggiunge l’equita’ dei diritti. L’Italia e’ tra gli ultimi paesi con un punteggio di 2,5 punti.


Ecco la lista dei paesi:

  • Regno Unito: 21 punti
  • Germania e Spagna: 20 punti
  • Svezia: 18 punti
  • Belgio: 17 punti
  • Paesi Bassi: 16 punti
  • Norvegia e Portogallo: 15 punti
  • Ungheria: 14 punti
  • Austria e Islanda: 12 punti
  • Finlandia: 11 punti
  • Croazia: 10 punti
  • Danimarca, Irlanda, Repubblica Ceca, Slovacchia e Slovenia: 9 punti
  • Lussemburgo e Montenegro: 8 punti
  • Svizzera: 6,5 punti
  • Albania, Bulgaria, Francia, Romania e Serbia: 6 punti
  • Bosnia ed Erzegovina: 5 punti
  • Andorra e Lituania: 3 punti
  • Italia: 2,5 punti
  • Estonia, Grecia, Kosovo e Polonia: 2 punti
  • Cipro, Georgia e Lettonia: 1 punto
  • Malta: 0 punti
  • Bielorussa e Liechtenstein: – 1 punto
  • Monaco, San Marino e Turchia: – 3 punti
  • Armenia, Azerbaigian, Repubblica di Macedonia, Ucraina: -4 punti
  • Moldavia e Russia: – 4,5 punti

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*