Lite tra due trans: dopo il ricovero uno dei due si suicida

News

Lite tra due trans: dopo il ricovero uno dei due si suicida

Lite tra due trans: dopo il ricovero uno dei due si suicida
Lite tra due trans: dopo il ricovero uno dei due si suicida

Una transessuale brasiliana, dopo aver litigato con un’altra trans è stata portata al Fatebenefratelli di Milano. Dopo le cure ricevute, il salto dal terzo piano dal reparto oncologia.

Una transessuale di 33 anni brasiliana è stata portata nella struttura dalla polizia dopo che è stata trovata in uno stato psicologico e fisico deprecabile all’interno del suo appartamento in via Alfredo Albertini, in zona Chinatown a Milano dopo una violenta lite con un’altra trans. La polizia dopo essere accorsa per fermare il litigio, grazie all’aiuto dei vicini, ha trasportato la brasiliana nella struttura ospedaliera milanese “Fatebenefratelli”. Qui, dopo essere stata curata ma ancora provata e con evidenti segni di squilibro psicologico, ha deciso di togliersi la vita lanciandosi dal reparto oncologia.

Sia medici che infermieri non sembrano essersi accorti della trans che in sala d’aspetto, in un evidente stato di alto stress psicologico, ha avuto un raptus autodistruttivo evidentemente collegato all’accaduto avvenuto in via Alfredo Albertini.

La suicida aveva ammesso di aver fatto uso di sostanze stupefacenti nei momenti immediatamente precedenti il litigio, ma nessuno si sarebbe mai aspettato un simile gesto.

Ora il caso sarà affidato ai carabinieri di via Moscova per accertamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche