Litizzetto: monologo sulla bellezza COMMENTA  

Litizzetto: monologo sulla bellezza COMMENTA  

Terza serata del 64esimo Festival della canzone italiana

Il tema del Festival di Sanremo 2014, per chi non lo sapesse, è la grande bellezza. Di questo ha parlato ieri, in un monologo, la conduttrice Luciana Litizzetto. La spalla comica di Fazio tiene l’interesse dl pubblico con la sua solita ironia, parla di disabilità e diversità senza risparmiare frecciatine polemiche e rivolgendo un sonoro “Vaffa” alle donne schiave della chirurgia estetica. Luciana si riferisce, cioè, alle donne del mondo dello spettacolo che ricorrono al bisturi ma che poi non vogliono ammetterlo.

Leggi anche: Festival Sanremo 2016 al via la prima serata della 66° edizione


Il monologo della Litizzetto piace al pubblico, è un momento ironico che stempera i momenti un po’ noiosi della kermesse musicale, che ha un copione sempre identico che si ripete.

Leggi anche: Dal palco dell’Ariston agli studi di RMC, Arisa si racconta

La stampa critica il flop degli ascolti, e c’è anche chi è pronto a definire questo il “Festival dei morti viventi”. Come dargli torto?

Leggi anche

alecsandra-puflea-2
News

Ragazza cacciata dall’hotel perché scambiata per una prostituta

Episodio di razzismo denunciato a Ferensway, nel Regno Unito. Una ragazza rumena, Alecsandra Puflea, 22 anni, studentessa di Criminologia all'Università di Hull, si è vista rifiutare la camera di un hotel, l’Holiday Inn Express, che aveva prenotato online, perché scambiata per una prostituta. Era insieme al suo fidanzato. Dopo aver visto la sua carta d'identità, l'addetto alla reception l'ha mandata via, dicendo che l’albergo non accettava clienti rumeni - neanche il fatto chela studentessa abbia mostrato la sua patente britannica, è servito - . Poi la struttura si è scusata, dicendo di aver stabilito “quella” regola perché alcune ragazze provenienti dalla Romania erano state scoperte Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*