L’Mpa occupa i binari della stazione: “Trenitalia penalizza il Sud” COMMENTA  

L’Mpa occupa i binari della stazione: “Trenitalia penalizza il Sud” COMMENTA  

CATANIA – “Questa mattina la stazione ferroviaria di Catania e’ stata teatro di un’importante manifestazione di protesta contro i tagli attuati da Trenitalia sui convogli a lunga percorrenza dal Sud verso il centro-Nord e viceversa.

Leggi anche: Mafia, Catania: il Gup dispone il non luogo a procedere per Mario Ciancio

Un provvedimento che penalizza i siciliani, e i meridionali in genere, che devono recarsi nelle localita’ dell’Italia settentrionale. Ridimensionamento e soppressioni colpiscono anche alcuni treni regionali, danneggiando i pendolari”. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, commentando la misura adottata, in precedenza, da Trenitalia ed entrata in vigore oggi.

Leggi anche: ‘Buon anno’ è il nuovo singolo dell’artista catanese, Paolo Miano

“Sabato scorso – prosegue Lombardo – alla delegazione del governo regionale che si e’ incontrata con il ministro per i Trasporti, Corrado Passera, e’ stato garantito che si sarebbero ridiscussi questi provvedimenti.

Chiedo formalmente che si insedi il tavolo affinche’ venga posto immediato rimedio alle pesanti ripercussioni causate da questa decisione, a partire dalla perdita immediata di 85 posti di lavoro, solo in Sicilia.

L'articolo prosegue subito dopo

E’ un provvedimento che riteniamo iniquo e, pertanto, chiediamo che venga ritirato”. “Dall’altro canto – continua – noi destiniamo centinaia di milioni di euro di risorse per accelerare i tempi di percorrenza della tratta Catania-Palermo, ma sappiamo da Rfi che ci vorrebbero 14 anni per realizzarla. Tra 14 anni se ne parlerebbe, ammesso che si cominciasse domani mattina, e intanto oggi, ancora una volta, la Sicilia viene penalizzata. Una volta per tutta la si smetta e si dia un segno di discontinuita’ nel governo delle Ferrovie di questo Paese”.

Leggi anche

No Picture
Catania

Verranno acquistati più mezzi per la Circumetnea

Sarà rinnovato il parco mezzi della Circumetnea con l’acquisto di 35 nuove vetture che rafforzeranno la presenza dell’azienda dei trasporti all’interno del territorio. L’annuncio è stato dato da Gaetano Tafuri, commissario governativo Fce, dopo un incontro con le maggiori cariche sindacali. L’acquisto dei mezzi rinnoverà il parco vetture che attualmente ammonta a circa 67 unità.Inoltre saranno intensificati i controlli sia nelle linee extraurbane che in metropolitana per evitare che gli utenti possano salire nelle vetture sprovvisti di biglietto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*