Lo sciopero che rischia di far chiudere la Fiat (in Italia)

Torino

Lo sciopero che rischia di far chiudere la Fiat (in Italia)

Lo sciopero degli autotrasporti a mezzo bisarca (per intenderci, i mezzi a due piani che trasportano le auto) continua da 20 giorni.

Il mercato non accetta degli stop del genere e ha colpito il settore automobilistico con un -10% sulle quote del mese di marzo.

Uno dei gruppi più colpiti, ovviamente, è Fiat Group Automobiles.

I concessionari e i clienti hanno forti disagi legati agli immensi ritardi che si accumulano e si continueranno ad accumulare.

La perdita verrà difficilmente recuperata entro l’anno (MilanoFinanza). Il CentroSud è paralizzato.

Il Lingotto ha annunciato che se non si tornerà a regimi normali la conseguenza sarà la chiusura, a causa delle forti perdite, di altri stabilimenti, compreso quello di Giambattista Vico di Pomigliano d’Arco. Sarebbe il definitivo trionfo della delocalizzazione, una parola amara per chi lavora nella Fiat. A presto per gli aggiornamenti.

Vittorio Nigrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*