Lo spettacolo di Romeo Castellucci contestato dal Vaticano COMMENTA  

Lo spettacolo di Romeo Castellucci contestato dal Vaticano COMMENTA  

Sul concetto di volto nel figlio di Dio“, ecco il titolo del tanto contestato spettacolo teatrale in scena al Teatro Parenti di Milano dal 24 al  28 gennaio. La Societas presenta un nuovo e controverso spettacolo. Un vecchio è assorto davanti alla televisione, con in testa le cuffie,ha un accappatoio ed è impassibile sul divano. Dopo poco entra in scena  il figlio per controllare le medicine del padre. Dietro di loro campeggia la proiezione del volto di Cristo. Il calvario comincia quando l’uomo sta per uscire di casa ma il padre lo trattiene a causa della dissenteria. L’uomo lo ripulisce ma viene bagnato di nuovo.


Questo è solo l’inizio di uno spettacolo ispirato dal realismo più crudo. Il Vaticano ha accusato regista e spettacolo di “mancanza di rispetto verso Dio e i Santi e i simboli religiosi”. Castellucci però si difende così: “Quest’opera è stata concepita come una preghiera, ed è un lavoro profondamente cristiano”. Secondo l’autore le polemiche sono nate da alcuni blog di gruppi fascisti e antisemiti, i quali sostengono erroneamente che vengono lanciate feci sul ritratto di Gesù.


Tale circostanza viene negata con forza, anzi:  “C’è il figlio che lava il padre incontinente. Un simbolo tratto dal IV comandamento: onora il padre e la madre.

E il figlio lo porta alle estreme conseguenze. Cambiare il pannolone al padre è un atto d’amore, anche se spiacevole”.

Leggi anche

1 Commento su Lo spettacolo di Romeo Castellucci contestato dal Vaticano

  1. finalmente una notizia chiara, vera e verificata di ciò che sta accadendo a Milano per la questione dello spettacolo di Castellucci. Complimenti! SIete tra i primi ad uscire dalla notizia FALSA che ormai non si può quasi più smentire  e cioè che sul volto di Cristo vengano gettati degli escrementi. Grazie
    Francesco Malcangio – Ufficio Stampa Teatro Franco Parenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*