Lo strano "sequestro" di Andrea Bonomi - Notizie.it

Lo strano “sequestro” di Andrea Bonomi

Aziende

Lo strano “sequestro” di Andrea Bonomi

Andrea Bonomi è in ostaggio. Niente paura, però, almeno dal punto di vista fisico: il rampollo della famosa e facoltosa famiglia di finanzieri milanesi, nipote della “Regina dei denari” di Piazza Affari (si va indietro agli anni ’60) Anna Bonomi Bolchini, prima vera Lady di Ferro della finanza italiana pur non senza qualche disavventura giudiziaria, è vivo e vegeto ma è finito comunque sotto scacco e con lui l’intero mondo del capitalismo italiano. Reduce dalla storica vendita della Ducati all’Audi da parte della sua InvestIndustrial (specializzata nel risanamento di società in difficoltà) per oltre 850 milioni di euro, Bonomi, 46 anni, americano di nascita ed inglese di formazione aveva pensato di reinvestire immediatamente la “modica” entrata buttandosi sulla Snai e sulla Banca Popolare di Milano ma l’operazione è presto divenuta in salita. “Sono ostaggio del sistema” ha detto Bonomi.

Cioè? Dopo essere stato obbligato qualche mese fa ad assumere la presidenza della stessa Banca Popolare di Milano, gli strani “soggetti” sono tornati a colpire.

Una misteriosa organizzazione ha infatti indotto Bonomi a candidarsi come amministratore indipendente del gruppo Rcs, quello di Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport. Non solo. Bonomi si troverebbe ora costretto anche ad entrare in tanti patti di sindacato, anche quelli ritenuti economicamente poco interessanti. Gli inquirenti non sono ancora riusciti a capire chi si muova dietro questa organizzazione, veri e propri hacker del capitalismo in grado di orientare le scelte di facoltosi investitori. Anche questo in fondo è un tipo di sequestro: ma, a differenza di molti altri, questa volta l’eventuale riscatto rischia davvero di essere a nove zeri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lavorare per Brunello Cucinelli
Aziende

Come lavorare per Brunello Cucinelli?

22 ottobre 2017 di Notizie

Brunello Cucinelli è un’azienda di moda italiana conosciuta in tutto il mondo per i sui capi in cashmere. Il suo fondatore è promotore di un “Capitalismo Umanistico”, che mette l’Uomo al primo posto. Per lavorare per Brunello Cucinelli ci si può candidare sul suo sito Internet.