Olio di ricino e bellezza

Guide

Olio di ricino e bellezza

L’olio di ricino viene estratto dai semi del Ricinus communis, pianta originaria dell’Africa tropicale. È noto soprattutto per le sue qualità lubrificanti e diuretiche.
Sotto l’Italia fascista veniva somministrato dalle camicie nere ai dissidenti politici. Fu chiamata per questo la “Purga del sovversivo”. Una tortura dolorosa ed umiliante che portava alla grave disidratazione della vittima di turno.
Oggi viene ampiamente utilizzando nell’industria farmaceutica, per le sue proprietà lassative ed emetiche, e in quella chimica per la produzione di vernici e lubrificanti.
In cosmesi vengono sfruttate in pieno le sue caratteristiche ristrutturanti ed ammorbidenti. Applicato sui capelli spezzati e sfibrati riequilibra la presenza di grasso, contrastando il loro indebolimento e la formazione di doppie punte. Una goccia di olio puro distribuito sulle ciglia ogni sera – meglio usare uno scovolino – le renderà più lunghe e voluminose. Il trattamento è da seguire per almeno 15 giorni.

Essendo ricco di trigliceridi, agisce anche come stimolatore di collagene ed elastina. Aggiunto a qualche goccia di olio essenziale di limone è un ottimo rimedio per la cura delle occhiaie, ma l’uso non va abusato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...