L’omosessualità è una malattia che provoca il cancro al seno e trasforma in pedofili

Esteri

L’omosessualità è una malattia che provoca il cancro al seno e trasforma in pedofili

Negli Stati Uniti ci sono strutture con personale “specializzato” che pretende di poter “curare” le persone affette dall’omosessualità. Detta così sembrerebbe che l’omosessualità sia una malattia. In effetti è quello che credono chi queste strutture le gestisce, ci lavora e chi si rivolge ad esse. Tutto ciò nonostante dall’ormai lontano 1973 l’omosessualità non sia più riconosciuta come patologia psichiatrica. Non è tutto, quanti fiancheggiano associazioni e strutture per il recupero dei gay, manco fossero tossicodipendenti, si dicono certi che l’omosessualità nelle donne causa il cancro al seno. Gli uomini gay, invece, diventano pedofili. In California è stata presentata una legge che vieta le “terapie di recupero dei gay” in quanto si ritiene che questa pratica, nei confronti di soggetti deboli, possa minare la stabilità psichica insinuando un senso di colpo che può sfociale nel suicidio nei casi più estremi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...