London Boulevard: il richiamo della malavita

News

London Boulevard: il richiamo della malavita

London Boulevard: il richiamo della malavita
London Boulevard: il richiamo della malavita

London Boulevard: il film drammatico premio Oscar per le musiche e la sceneggiatura, in onda questa sera alle 21.12 su Rai 4

London Boulevard è un film drammatico, dal tocco noir e anche neoromantico scritto e diretto da William Monahan nel 2010, interpretato da Colin Farrell e tratto dall’omonimo romanzo di Ken Bruen. Il film vanta delle interpretazioni splendide e nove nomination agli Oscar vincendo quelli per le musiche e per la sceneggiatura.

Mitchel è appena uscito da prigione dopo aver scontato una pena per aggressioni aggravate con l’intenzione di non tornarci più e di intraprendere una strada differente. Trova così lavoro come guardia del corpo di Charlotte (Keira Knightley), un’attrice dalla fama consolidata che decide di ritirarsi dalle scene e di tenere lontani i pressanti paparazzi. Il richiamo alla malavita è però dietro l’angolo perché tramite l’amico Billy, Mitchel incontra un gangster, Gant (Ray Winstone), il quale vorrebbe a tutti i costi che l’ex galeotto lavorasse per lui ma che non sa quanto il protagonista sia deciso più che mai a cambiare vita e perciò rifiuta l’offerta.

A causa del suo inevitabile destino, delle conoscenze sbagliate e dei ricatti da parte del gangster, Mitchel si ritrova a dover far fronte ad una serie di omicidi per le strade di Londra e per poter rivendicare la morte dell’amico Billy e mettere fine a quello stile di vita che sembra perseguitarlo, uccide Gant prendendo i suoi soldi. Quando però Mitchel crede di poter finalmente raggiungere l’amata attrice Charlotte a Los Angeles, viene pugnalato alle spalle da due individui che lo lasciano vicino al tramonto.

Il termine Boulevard è intriso di significati e interpretazioni, esso è la strada che il protagonista Mitchel ha scelto di intraprendere ma soprattutto la vita malavitosa alla quale il protagonista è legato quasi senza via d’uscita e dalla quale egli cerca di prendere le distanze più volte pur rendendosi conto di come alcuni accaduti siano inevitabili e che per poter chiudere quel cerchio malavitoso dovrà uccidere il gangster Gant.

Curiosità: il ritratto di Mitchel sembra essere un remake di quello di Carlitos Brigante in Carlito’s Way, un malavitoso portoricano che cerca di cambiare vita ma che verrà comunque inghiottito da questa.

In entrambi i film, il riferimento alla strada lascia intendere sia la strada di vita che la vita di strada: un gioco di parole sorretto da un labile confine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Cristina Caragnulo 6 Articoli
Autoironica, solare, amante dell'inchiostro e nata sotto il segno della Vergine. Ho una passione smodata per la moda, la quale mi ha spinto ad intraprendere degli studi affini. Amo l'arte, la letteratura, la fotografia e adoro cucinare. Ho un piccolo difetto: malata di pulito!