Londra: parte l’esercitazione globale anti terrorismo

News

Londra: parte l’esercitazione globale anti terrorismo

London Metropolitan Police take part in Exercise Strong Tower, removing actors as casualties from the scene of a mock terror attack at a disused underground station in central London, Britain June 30, 2015. London police held their biggest-ever terrorism drill on Tuesday, pitting the emergency services against a group of marauding attackers, nearly 10 years since four young British Islamists killed 52 people in suicide bombings on London's transport network in July 2005. REUTERS/Peter Nicholls

È iniziata ieri la super esercitazione anti terrorismo nella capitale del Regno Unito.

Per due giorni, la popolazione sarà ‘addestrata’ tramite una simulazione in grande stile di un attacco terroristico del tipo jihadista, come quelli di recente avvenuti in Europa e nel Nord Africa. All’esercitazione è stato anche dato un nome, ‘Strong Tower’.

Un migliaio circa gli agenti di polizia coinvolti, e poi personale di soccorso, militari e, non da ultimo, la popolazione, vera protagonista della simulazione.

La collocazione a ridosso degli attacchi terroristici di venerdì scorso è più che sospetta, specie in virtù del fatto che da più parti (una è quella a cui da tempo dà voce la nostra Federica Mogherini) arrivano segnali di allarme per un crescente rischio attentati. La polizia britannica, comunque, ha voluto precisare che l’esercitazione non ha alcun legame con eventuali nuove minacce.

Excusatio non petita, si dice. A maggior ragione se è vero che proprio Scotland Yard ha appena dato vita a un corpo speciale chiamato CTSFO, formato da 130 agenti addestrati in maniera specifica per fronteggiare scenari di carattere terroristico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche