L’orso fa il rebounding COMMENTA  

L’orso fa il rebounding COMMENTA  

Povero “orsacchiotto”, chissa cosa avrà pensato mentre si aggirava nel Campus dell’Università del Colorado.

Il giovane esemplare di plantigrado, dopo aver girovagato nel Campus, probabilmente infastidito dall’attenzione di cui era oggetto, ha deciso di salire su un albero, dove è rimasto per un paio d’ore.


Sono stati chiamati gli agenti del servizio faunistico locale per risolvere il problema. I soccorritori hanno sedato l’orso e atteso pazientemente che esso cadesse sul tappeto elastico di salvataggio posizionato strategicamente ai piedi dell’albero.


Anche il fotografo Andy Duann ha aspettato che l’orso, incosciente, “centrasse” il tappeto. La sua pazienza è stata premiata dal tempismo del suo scatto che è riuscito a catturare l’esatto momento della straordinaria performance.


L’orso probabilmente svegliandosi dal letargo affamato, è andato alla ricerca di cibo; per fortuna la sua è stata un’avventura a lieto fine. Infatti l’atletico urside sarà riportato nel suo ambiente naturale, dove rimarrà stabilmente libero.

L'articolo prosegue subito dopo

A meno che non voglia ripetere l’esperienza del rebounding.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*