Love Letters COMMENTA  

Love Letters COMMENTA  

 

 

 

Marina Bassani e Lorenzo Bortoli portano in scena al Teatro Baretti il 16 e 17 ottobre
                                                                                                        Love Letters
del drammaturgo newyorkese A.R. Gurney, un testo presto un classico del teatro contemporaneo americano, ripreso in tutto il mondo e tradotto in trenta lingue.


Frasi buttate ai margini del quaderno delle elementari, letterine d’amore da adolescenti, richieste di soccorso da adulti, schiacciati dalle incombenze della realtà, chi non ha mai scritto una lettera, dettata da un amore o un desiderio?

MELISSA e ANDREA amici d’infanzia, per tutta la loro vita si scambieranno biglietti, cartoline, lettere, messaggi. Una corrispondenza che inizia da quando sono bambini, dapprima con i  toni giocosi e leggeri della spensieratezza,  man mano si tinge di malinconia e di  disperazione  finché
diventa un amore impossibile.


Sulla scena due personaggi, Andrea (Lorenzo Bartoli) e Melissa (Marina Bassani) seduti  fianco a fianco, leggono la loro corrispondenza di 40 anni. Il presente è abitato da un passato che continua a vibrare e a legarli per sempre.

E dietro il tono distaccato di ogni lettera si cela un anelito, una ricerca, un rimpianto, un buco nell’anima, una passione che si rivela impossibile.

L'articolo prosegue subito dopo


Andrea e Melissa, si incontrano, si amano, si perdono, si ritrovano e  si allontanano, senza mai essersi veramente lasciati.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*