Love me do, il primo singolo dei Beatles compie 53 anni COMMENTA  

Love me do, il primo singolo dei Beatles compie 53 anni COMMENTA  

“Love, love me do, you know I love you”.

Sono passati 53 anni da quando l’umanità ha potuto ascoltare per la prima volta queste parole, al termine di una breve introduzione con l’armonica a bocca.

Le voci erano quelle di Paul McCartney e di John Lennon. Era il 5 ottobre del 1962.

Oggi “Love me do“, primo singolo (45 giri, si diceva allora, e si è detto anche per molto tempo dopo) dei Beatles, compie 53 anni. È un uomo ben oltre l’età matura, ha figli adulti, tanti, ma non ancora nipoti, almeno stando all’anagrafe.

In realtà, questo brano ha schiere di discendenti e, al contrario di molte altre canzoni dei Fab Four, ha anche un intimo legame con antenati vissuti nelle terre del blues. Si dice anzi che fu proprio per questo che fu scelto come primo singolo. Sul lato A del 45 giri avrebbe infatti dovuto finirci un’altra canzone, “How do you do it?”, ma, quando il produttore George Martin (quello che alcuni chiamano il “quinto Beatle”) ascoltò l’armonica suonata da John Lennon all’inizio del brano, si innamorò di quel suono così blues e cambiò idea. Un dettaglio che spedì “Love me do” per sempre nell’Olimpo della musica pop contemporanea.

Il singolo raggiunse la 17 esima posizione delle classifiche inglesi nel 1962 (un piazzamento tutto sommato modesto) e la prima negli USA (due anni dopo, però, nel 1964), ma si tratta di ben poca cosa, in termini di importanza, rispetto a ciò che la canzone rappresenta e ha scatenato: oltre un miliardo di dischi venduti, una fama che supera ogni confine e tempo, un modello di composizione musicale tuttora preso a riferimento da moltissimi artisti, la miglior banda di sempre (secondo la rivista Rolling Stone). Questo sono i Beatles, ed è proprio con “Love me do” che è iniziato tutto.

L'articolo prosegue subito dopo

Una canzone simbolo, forse anche per lo stesso McCartney, che, quando decise di cedere a Michael Jackson i diritti delle canzoni dei Beatles, la tenne fuori dalla compravendita, un gesto simbolico di amore da parte di Sir Paul per la prima creatura, quella che ha cambiato per sempre la sua vita.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*