L’ultimo addio a Miriam Mafai. L’omaggio di Napolitano, tra i primi alla camera adrdente COMMENTA  

L’ultimo addio a Miriam Mafai. L’omaggio di Napolitano, tra i primi alla camera adrdente COMMENTA  

 

 

Si svolgeranno oggi a Roma alle ore 12, i funerali di Miriam Mafai, la giornalista e scrittrice scomparsa a Roma lunedì 9 Aprile a 86 anni.


Il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, legato alla grande cronista da una lunga e profonda amicizia, è stato tra i primi ieri pomeriggio a renderle l’ultimo omaggio. A seguire una lunga folla di persone ha riempito la sala della Protomoteca in Campidoglio, dove la camera ardente è stata aperta alle ore 15.30. Presenti politici, amici, compagni di un tempo e semplici cittadini.


Grande commozione per una grande donna, una tra i primi fondatori de “La Repubblica” e compagna di una vita del suo “unico amore” Giancarlo Pajetta, storico esponente del PCI (Partito Comunista Italiano).

Figlia di due noti artisti italiani del secolo precedente, il pittore Pietro Mafai e la scultrice Antonietta Raphael, nasce nel 1926. Viene educata sin dall’inizio all’antifascismo e partecipa alla Resistenza antifascista a Roma, distribuendo volantini contro l’occupazione fascista. Nel dopoguerra, si iscrive al Partito Comunista Italiano.


Direttrice, corrispondente e editorialista, comincia a scrivere di saggistica negli anni ’80. Si occupa anche di politica, infatti viene eletta alla Camera dei Deputati per la coalizione di centro-sinistra dei Progressisti.

L'articolo prosegue subito dopo


Durante la sua carriera, esprime pareri su temi quali aborto, divorzio, condizione femminile e fecondazione assistita.

Nonostante la sua forte tensione morale, ha saputo sempre unire la forza dell’impegno con la dolcezza del suo carattere. Noi la vogliamo ricordare così, facendo un po’ nostre le parole del Presidente della Repubblica: “[…]Mi resta vivissima l’immagine della sua umanità appassionata, affettuosa ed aperta”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*