L’uomo ‘robot’ con 700 sensori che lo controllano

Esteri

L’uomo ‘robot’ con 700 sensori che lo controllano

111

Ha 45 anni e ben 700 sensori impiantati in varie parti del corpo, per controllare ogni suo singolo movimento ma anche informazioni riguardanti tutto ciò che lo circonda. E’ l’incredibile storia di Chris Dancy che ha trascorso ben quattro anni collegando i numerosi dispositivi, sensori e app, alla tecnologia intelligente di casa sua, per fare in modo di sviluppare una super intelligenza artificiale estesa anche nel suo corpo. “Ho speso gli ultimi quattro anni per collegare i dispositivi che indosso alla tecnologia intelligente della mia casa – ha raccontato con soddisfazione il 45enne – instradando tutti i dati attraverso una singola piattaforma online, così posso cercare qualunque cosa della mia vita. Lo chiamo il mio ‘inner-net’”. Un lavoro che ha influenzato il suo aspetto fisico. Chris ha infatti tenuto costantemente sotto controllo salute ed esercizio fisico, arrivando a perdere ben 45 chili. “So cosa bere, cosa mangiare, quando dormire e quando alzarmi.

La mia casa mi conosce. Se sono stressato e non dormo bene, quando mi sveglio la luce è di un certo colore, la temperatura di un certo tipo, e suona un certo tipo di musica”.

Insomma la sua qualità della vita sarebbe nettamente migliorata, anche se per il momento indossare così tanti sensori è un’impresa titanica. Ma il 45enne si dice convinto che nel futuro gran parte dei sensori e dispositivi da lui sviluppati saranno incorporati negli indumenti. Ora Chris ha un’ambizione importante: “E’ un hacking del corpo e della mente: come possiamo hackerare un sistema informatico, conoscendo il proprio corpo e mente si possono hackerare anche quelli”. Inoltre lo scienziato ha sottolineato l’importanza di gestire tutti i dati raccolti in maniera autonoma poichè si tratta di informazioni strettamente personali, che altrimenti andrebbero a violare la privacy

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche