M.R: no all’abbasso dei salari COMMENTA  

M.R: no all’abbasso dei salari COMMENTA  

C_4_box_14518_upiFoto1FAlla vigilia di ferragosto, durante la sua visita a Napoi, il Primo ministro Matteo Renzi dichiara che la crescita non si innesca abbassando i salari e «facendo riforme che dovrebbero essere finalizzate all’abbassamento della qualità della vita dei lavoratori», con la motivazione che saremmo più competitivi.

Dopo Napoli sarà la volta della Calabria e della Sicilia, tema primario: l’uso dei fondi Ue e il lavoro, già affrontato ieri nel sopralluogo nei cantieri dell’Expo di Milano.

“Clima di rassegnazione” Renzi dalla città della scienza di Bagnoli (Napoli) rilancia la formula dell’ottimismo per combattere la crisi: contrastare il “clima di rassegnazione”, anche e soprattutto con la spinta della classe politica del Mezzogiorno. Nel decreto “sblocca-Italia”, afferma, ci saranno norme per “realtà come Bagnoli, che è uno dei fiori all’occhiello.

Ma sono previsti anche altri interventi, da Sesto a San Giovanni a Taranto”.

Italia alla guida dell’Ue Cita la Magna Grecia per ribadire l’importanza del meridione in Italia e in Europa, il nostro Paese, facendo le riforme, – spiega – può diventare guida dell’Unione Europea e traghettare la Ue fuori dalla Crisi. Il governo dunque va avanti “con convinzione e determinazione”, senza “preoccupazione”.  Il 7 novembre e i fondi Ue La soluzione “non è giocare alla meno peggio”. E per il Sud, per Napoli, dà una data: il 7 novembre, in cui rivedersi e fare il punto perché “ci sono un sacco di soldi da spendere”.  E poi ribadisce: “Il governo ogni tre mesi sarà a Napoli, Reggio Calabria e Palermo per fare il punto sui fondi europei e sulle relazioni aperte”. Renzi a Reggio Calabria Dopo la tappa di Napoli, il presidente del Consiglio ha raggiunto la Prefettura di Reggio Calabria.

L'articolo prosegue subito dopo

Nel capoluogo calabrese Renzi è stato accolto anche dalla manifestazione di un gruppo di lavoratori precari che chiede il suo intervento. Altre contestazioni c’erano state stamattina al suo arrivo a Napoli. –

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*