Madagascar, i migliori luoghi di interesse da non perdere

Viaggi

Madagascar, i migliori luoghi di interesse da non perdere

Madagascar

Terra unica, tra le più belle al mondo, il Madagascar è una meta ambita grazie alla sua grande biodiversità: ecco alcuni dei posti più belli da visitare

Terra unica, ricca di risorse, tra le più belle del pianeta: il Madagascar rappresenta una meta ambita dagli ecoturisti di tutto il mondo grazie alla sua grande biodiversità. L’omonima isola principale è nota come uno dei più importanti centri di endemismi ristretti dell’intero pianeta. Molte sono le specie, sia animali che vegetali, esclusive di questa isola paradisiaca. Dai mastodontici baobab, ormai simbolo nazionale, fino alle moltissime specie di lemuri. Ecco alcuni di questi spettacolari luoghi che non dovete assolutamente perdere se avete la fortuna di visitare questa terra favolosa.

Route nationale 8: la Baobab Avenue

baobabs_avenue

La strada statale nota come Avenue des Baobab collega il comune di Morondava con quello di Belo Sur Tsiribinhina. Essa è lunga quasi 200 chilometri. La sua particolarità consente nel fatto che lungo il suo percorso è possibile ammirare esemplari secolari di baobab. Per questo motivo è stata classificata come Monumento Naturale.

Parco nazionale di Ranomafana: l’habitat dei Lemuri

lemuri

Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, il Parco nazionale di Ranomafana occupa una superficie di oltre 400 metri quadrati.

Soprattutto è caratterizzato da un ecosistema di foresta pluviale. Questo consente lo sviluppo di molte specie arboree e in generale di una flora davvero ricca. Il parco è noto in particolare per la presenza massiccia dei lemuri, con ben dodici specie diverse. Tra queste sicuramente figura anche quella che ha caratterizzato il protagonista del fortunato film di animazione.

Parco nazionale dell’Isalo

madagascar-isalo

Si tratta di un ecosistema unico in Madagascar molto simile alla savana africana. Al suo interno sono infatti presenti canyon, massicci rocciosi e una fauna caratterizzata da numerose specie endemiche. Qui si trovano uccelli come il nibbio e lo sparviero del Madagascar, rettili come boa e camaleonti, primati tra cui il lemure, pipistrelli endemici e anfibi. Particolare è anche la zona del parco con le sepolture dell’etnia Bara, che usa riporre i propri defunti in grotte naturali.

Parco nazionale della Montagna d’Ambra

lemurien

La superficie di circa 230 chilometri quadrati si sviluppa intanto al vulcano.

Il paesaggio naturale è di grandissima bellezza grazie alla presenza di un lago vulcanico e di corsi d’acqua e cascate. Anche qui, fauna e flora sono davvero ricche, con lemuri, uccelli, rettili e anfibi di molte specie. Il parco può essere percorso piacevolmente a piedi grazie a sentieri e punti di appoggio.

Parco nazionale di Andohahela

andohahela

La sua superficie del parco è divisa a oriente dalla foresta pluviale e a occidente dalla foresta spinosa. Anche qui è presente una ricchissima fauna con tredici specie di lemuri, molte delle quali visibili anche di giorno. La sua particolarità consiste nell’essere l’unica area protetta del Madagascar a sud del Tropico del Capricorno con una foresta umida. Ciò è dovuto alla presenza delle barriere naturali della catena dei monti Anosy.

Parco nazionale di Marojejy

parco-nazionale-di-marojejy

L’area protetta, patrimonio dell’umanità, si sviluppa attorno alla sua attrazione principale, il Massiccio di Marojejy. La sua particolare conformazione ha dato vita a diversi micriclimi che caratterizzano due tipologie di foreste pluviali e due di foreste montane.

Non mancano flora e fauna in gran quantità. All’interno del parco è possibile vivere un’esperienza in pieno contatto con l’ambiente e la natura circostante per la presenza di accampamenti rurali.

Isola di Nosy Be

10-andilana-beach-hotel-nosy-be

Poco al largo della costa nordoccidentale, questa piccola isola rappresenta l’eden dei turisti da spiaggia. Si tratta di uno dei principali poli turistici del Madagascar grazie alla presenza di un aeroporto e della riserva naturale di Lokobe. Quest’ultima è un’area protetta con ciò che rimane della foresta pluviale, che prima ricopriva tutta l’isola. Il paesaggio è unico, con laghi vulcanici che sono un habitat perfetto per i coccodrilli. Straordinari sono i quasi mille ettari di Mangrovie, che ospitano una variegata comunità di crostacei e molluschi. Qui, oltre agli immancabili lemuri, vivono la più piccola rana del mondo e il più piccolo camaleonte del mondo!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...