Madagascar, tre uomini linciati: trafficavano organi COMMENTA  

Madagascar, tre uomini linciati: trafficavano organi COMMENTA  

Orrore in Madagascar. Una folla inferocita ha linciato oggi a morte tre persone, due europei – fra cui un francese – ed un malgascio, con l’accusa di traffico d’organi, dopo l’omicidio di un bimbo di otto anni il cui corpo è stato ritrovato mutilato.

Era di nazionalità italiana uno dei due occidentalii linciati dalla folla ieri in Madagascar insieme a un cittadino malgascio. I tre sono stati impiccati e poi bruciati sulla spiaggia sull’isola di Nosy Be da una folla che li accusava di essere coinvolti in un traffico di organi.

L’altro è un cittadino francese. L’italiano si chiamava Roberto Gianfalla ed era originario di Palermo, città dalla quale era partito anni fa. Da tempo viveva in Francia.

Lo ha confermato la Farnesina.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*