Maestra punisce e maltratta un bambino: “Aveva bestemmiato”

News

Maestra punisce e maltratta un bambino: “Aveva bestemmiato”

Condannata ad un anno di reclusione un’insegnante di 55 anni di una scuola privata cattolica in provincia di Ravenna. La causa dell’incarcerazione è il ripetuto maltrattamento di un alunno di pochi anno: tirate d’orecchie, la chiusura in un ripostiglio e il sapone in bocce. Tutto questo per punire il bambino per aver detto una bestemmia e voler così “lavare” il suo peccato.

Il secondo capo d’accusa della maestra era il sequestro di persona ma è stata assolta da questo.

Al bambini in cambio spetta un risarcimento di 12 mila euro mentre altri 4 mila vanno a ciascuno dei genitori.

La maestra è sempre stata difesa dalla scuola malgrado le gravi accuse e l’istituto non a mai pensato di sospenderla.

A dare l’allarme era stato il bambino stesso quando, passando dalla scuola materna alle elementari aveva chiesto alle nuove maestre come l’avrebbero punito se non si fosse comportato bene.

Da li partì l’indagine e vennero alla luce tutti i raccapriccianti dettagli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...