Magalli dopo la bufera: “sperando che serva a qualcosa..” COMMENTA  

Magalli dopo la bufera: “sperando che serva a qualcosa..” COMMENTA  

magari

Magalli dopo la bufera di oggi pubblica un video su facebook e scatena il web.

Rivoltati i Calabresi contro Giancarlo Magalli a causa di una frase pronunciata durante “I fatti vostri” che è stata ritenuta molto offensiva nei confronti di coloro che provengono da quella regione. A fomentare la polemica poi sono stati i giornali, che hanno fatto scoppiare il caso con i loro titoli.


Magalli ha deciso di dare la sua versione e di mettere a tacere la polemica con un video pubblicato poco fa sulla sua pagina Facebook: “Mi sono risolto a fare questo video perché mi piacerebbe mettere la parola fine a questa polemica inutile che si sta trascinando sulla Calabria indignata. A me dispiace tantissimo che i Calabresi si siano dispiaciuti per qualcosa che in realtà io non ho detto. Lo voglio specificare e chiarire, i calabresi sono ottime persone e io gli voglio molto bene. Ho passato anni di vacanza in Calabria, ho amici calabresi e so i loro innumerevoli pregi e conosco anche il loro principale difetto. Siete permalosi ma siete permalosi a torto. Avete giudicato qualcosa senza vederla o sentirla. Tutti quelli che si sono indignati, si sono indignati per qualcosa che hanno letto nei commenti dei commenti”.


Il presentatore se l’è presa con chi ritiene responsabile di aver fatto scoppiare il caso per niente: “Quando uno legge robaccia tipo l’Huffington Post che scrive: Magalli: i calabresi scippano le vecchie; ha ragione ad indignarsi, solo che io non l’ho mai detto”.


Magalli ha poi concluso: “Faccio questo lavoro da trent’anni, se io avessi qualche razzismo nei confronti dei meridionali sarebbe già venuto fuori”.

Così Giancarlo Magalli è finito nell’occhio del ciclone dopo una battuta infelice uscita ai ”I Fatti Vostri”. Ha provato a prendere le sue parti il conduttore e cantante Marcello Cirillo  scrivendo sul suo profilo Facebook: “Giancarlo Magalli non voleva offendere assolutamente gli abitianti di Casignana. Non lo avrebbe mai fatto perchè mi vuole bene e perchè vuole bene alla mia terra, la Calabria. E’ stata una battuta riferita alle persone che si lamentano di non essere mai chiamate. Non era riferita agli amici di Casignana. Mi dispiace e mi fa male al cuore sapere che sia successo tutto questo solo per un brutto malinteso. Sperando che tutto si risolva vi abbraccio tutti anche chi sui social mi ha offeso terribilmente minacciandomi anche in modo brutale. Mi hanno accusato di non aver difeso la Calabria quando non c’era niente da difendere perchè la battuta non era riferita alla Calabria e tanto meno ai calabresi”.

 La sottile e un poco cinica ironia di Giancarlo Magalli è sempre stata apprezzata dal pubblico… fino ad oggi. E così, la Calabria si arrabbia con il conduttore de “I Fatti Vostri” e lo fa dopo una precisa “offesa” che probabilmente avrebbe fatto indignare chiunque.

L'articolo prosegue subito dopo


Il motivo del contendere? Una frase decisamente infelice che il conduttore televisivo ha pronunciato durante un gioco in diretta. Seduto al tavolino insieme a Marcello Cirillo, il presentatore ha chiamato il signor Antonio di Casignana (di Reggio Calabria) durante l’ora di pranzo senza ricevere risposta. Di contro, probabilmente sbagliando o eccedendo con ironia,  il presentatore ha detto: “Ci abbiamo provato anche oggi… se poi voi andate in giro a scippare le vecchie è colpa vostra… lo fanno… lo fanno, non stanno a casa perché a quest’ora si danno a queste attività criminali…”.

Subito dopo il web impazza e sulla pagina di Magalli ci sono stati molti botta e risposta e offese. Ecco cosa scrive un internauta: “Signor Magalli buongiorno. Io sono un ragazzo di 30 anni, calabrese, laureato in legge all’università di Bologna e sono un avvocato da qualche anno. Mi dispiace per quanto lei abbia detto sui calabresi che scippano e rubano. Sappiamo tutti i problemi della Calabria e la criminalità presente sul territorio ma lei a che titolo descrive in tal modo tutti noi calabresi? Cosa vuol dire affermare che la gente è impegnata a scippare? Lei guadagna barche di soldi pubblici con la rai pagata anche dai calabresi quindi la prego, prima di parlare della Calabria e dei calabresi si dia una bella lavata con la candeggina. Buona giornata”.

Di contro, Giancarlo Magalli gli ha risposto: “beh? Ho parlato di meridionali? Ho parlato di calabresi? Era solo una battuta per dire che la gente fa tutti pur di non stare a casa a rispondere al nostro gioco. Una battuta. Per capire la quale occorre avere senso dell’umorismo e non avere la coda di paglia. E non ne vorrei più parlare”.

Di seguito, sono arrivate offese: “Se la gente in Calabria come nel resto d’Italia non risponde al telefono e perché fa un lavoro onesto e non ha tempo di vedere una trasmissione di merd* come la tua!”, ma è stata pronta la risposta di Magalli: “Un altro intelligentone! Complimenti. Non fate onore alla vostra bella terra”, e ancora: “Come si permette a dire quelle cose brutte su di noi calabresi??? Si vergogni io tutte le mattine mi sveglio alle 6, e vado a lavorare al contrario suo!!!chieda scusa!!! la CALABRIA NON È COME HA DETTO LEI!!SI VERGOGNI”. Ma Magalli non ci sta e scrive: “E questo è un altro che parla senza sapere le cose. Si vergogni lei!”.

Tanti i fan intervenuti in sua difesa, tipo una donna che dichiara: “Mamma mia, non si può più parlare, sense of humor pari a 0 in Italia…. Evidentemente è più facile fare sterili polemiche piuttosto che occuparsi dei problemi veri e della propria vita. Bah! E’ ancora più triste che tu sia costretto a chiarire….”.

Anche una altra donna, una calabrese lo sostiene: “Un bacio da una calabrese! Io ho capito e mi sono fatta una risata. Nessun problema se non la schiavitù dell’italiano medio nei confronti di questo orrendo sistema di comunicazione offerto dai social”.

E proprio adesso i messaggi in suo sostegno sono in crescita, minuto dopo minuto. Scrive Un internauta adesso:

“Giancarlo sei un personaggio che attira e quindi i giornali ti hanno sfruttato per fare clickbaiting, ecco al verità ed ecco anche perche hanno fomentato tutta la questione, creando un polverone inutile! Chi ti segue lo sa che sei ironico e scherzoso ma che non offendi mai nessuno, e poi un candidato a Presidente della Repubblica, che deve essere simbolo di unità nazionale, mica puo essere razzista!”

Leggi anche

About Chiara Cichero 1241 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*