Mahendra, il bambino senza collo ha l’ultima speranza COMMENTA  

Mahendra, il bambino senza collo ha l’ultima speranza COMMENTA  

Si chiama miopatia congenita, è una malattia rarissima e ha ridotto Mahendra nelle condizioni che vedete in foto

Ma forse una speranza c’è: un’operazione sostenuta attraverso il crowfunding

L’ULTIMA SPERANZA – Avere una delle malattie più rare al mondo in una delle zone più povere dell’India centrale (dove in media si guadagnano pochi dollari al giorno) è stata una sventura talmente grande da far dire ai genitori di Mahendra “Avremmo preferito che fosse nato morto, piuttosto che vederlo ridotto in queste condizioni”. Ed in effetti la situazione è davvero tragica: Mahendra è nato con una rarissima forma di malattia muscolare chiamata col nome di miopatia congenita al collo, che glielo rende talmente debole da non riuscire a mantenere la testa.

Additato da molti come mostro, al ragazzo è impossibile avere una vita sociale: niente scuola, solo alcuni cugini vengono a volte a trovarlo.  Mahendra pesa solo 15 chili, non riesce a stare in piedi né a camminare, vive praticamente seduto, ha bisogno di aiuto per tutto, dal mangiare, al mettersi i vestiti, all’andare in bagno.

La madre fino a qualche tempo fa si chiedeva: “Come farò a portarlo in braccio quando cresce e io invecchio? Se i dottori non possono curarlo, allora è meglio che se lo prenda Dio”.

Inoltre la sua famiglia poverissima non poteva permettersi cure costose. Ma forse è arrivata la speranza.

L’OPERAZIONE – L’adolescente è riuscito ad avereun intervento chirurgico che potrebbe cambiargli la vita, dopo che una donna aveva preso a cuore la sua situazione ed aveva creato una pagina di crowd-funding riuscendo raggiungere la cifra, impossibile per i genitori del ragazzo, di £ 12,000, somma di denaro che è stata utilizzata per le cure di Mahendra. E’ stato il chirurgo spinale, Dott Rajagopalan Krishnan, dell’Apollo Hospital, a Delhi, ad eseguire l’operazione.

L'articolo prosegue subito dopo

Una vera e propria gioia per i genitori del ragazzino, che adesso sperano di vederlo tornare ad una vita normale

 

Leggi anche

About Modestino Picariello 561 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*