Malamore interpretato da Lucrezia Lante della Rovere in teatro COMMENTA  

Malamore interpretato da Lucrezia Lante della Rovere in teatro COMMENTA  

Lucrezia Lante Della Rovere è l’intensa protagonista di Malamore – esercizi di resistenza al dolore, spettacolo tratto dal libro omonimo di Concita De Gregorio, diretto da Francesco Zecca e prodotto da Tieffe Teatro, in scena al Teatro dell’Archivolto venerdì 27 aprile alle ore 21. Storie di donne comuni o fuori dal comune, vittime della violenza di padri, mariti o estranei, perse dentro amori distorti, ma sempre capaci di andare incontro alla vita con lievità e determinazione.

Leggi anche: 1 novembre 2009: ci lasciava Alda Merini


Le vicende raccontate si muovono su registri diversi, sono tragiche o ironiche, drammatiche o divertenti. C’è Dora Maar, la musa di Picasso che si vendica delle sue violenze perdonandolo; c’è la prostituta bambina che crede che la vita finisca a 12 anni; c’è la moglie che sopravvive a Barbablù attraversando l’orrore; c’è la ragazzina cinese colpevole solo di essere nata femmina; c’è la topolina che sposa il gatto e poi cerca di cambiarlo.

Leggi anche: Panorama d’Italia: eventi Milano


In un alternarsi di favola e cronaca vera, scorrono figure di donne che anziché fuggire dal dolore cercano di conviverci e di addomesticarlo, donne famose e non, che nell’illusione di cambiare una storia sbagliata continuano a farsi male per anni.

Alcune ce la fanno, altre soccombono. Lucrezia Lante della Rovere viaggia tra i loro volti, in una narrazione multipla dal forte senso civile. Le fa da controcanto il pianoforte di Vicky Shaetzinger, che trova tra le note altre suggestioni.

Leggi anche

tombola_natale
Cultura

Numeri della tombola: quanti sono

La tombola nasce nel lontano '700 a Napoli da una disputa tra re Carlo e padre Gregorio, ecco come si gioca e quanti sono i numeri.   La tombola è un tradizionale gioco da tavolo, che viene praticato soprattutto nelle festività natalizie. Nata nella città di Napoli nel XVIII secolo, la tombola, è una sorta di gioco del lotto in versione casalinga, ed è praticata tramite un sistema di associazione tra numeri e relativi significati, in genere umoristici appartenenti alla “Smorfia”. Secondo la tradizione, questo gioco sarebbe nel 1734 da una diatriba tra il re Carlo di Borbone e padre Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*