Mal’Aria in Val Padana: Torino, Milano e Verona le città più inquinate

Ambiente

Mal’Aria in Val Padana: Torino, Milano e Verona le città più inquinate


Si chiama dossier Mal’Aria 2012 ed è il nuovo studio diffuso da Legambiente relativo all’inquinamento atmosferico nei centri urbani. I dati registrati dalle centraline Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente), sono allarmanti sopratutto per il nord Italia, dove si registrano le province maggiormente inquinate.

La Pianura Padana rappresenta l’area più critica per l’inquinamento atmosferico, infatti Torino, Milano e Verona sono le città che nel 2011 hanno superato più volte i limiti massimi di polveri sottili (PM10), con uno sforamento di 158 giorni a Torino, 131 giorni a Milano e 130 a Verona.

Nel resto della Penisola la situazione non è più rosea considerando che su 82 città monitorate, ben 55 hanno superato il limite di legge giornaliero di PM10, corrispondenti al 67% del totale esaminato.

Le città più virtuose? Se di virtù si può parlare, le città per le quali si è registrato un minor numero di sforamenti sono Trieste con 43 giorni, Pesaro con 39 giorni e Cuneo con “soli” 36 giorni all’anno.

Tenendo conto che i giorni di superamento consentiti in un anno sono al massimo 35, e che non sono solo le polveri sottili ad inquinare, ma sono da considerare anche l’ozono e gli ossidi di azoto come sostanze dannose per la salute umana, come definireste l’aria che respiriamo?

SCARICA IL DOSSIER DI LEGAMBIENTE – Mal’Aria 2012: http://www.legambiente.it/contenuti/altre-pubblicazioni/opuscolo-malaria-2012

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche