Malattie legate al forte odore delle urine

Malattie legate al forte odore delle urine

Salute

Malattie legate al forte odore delle urine

urina
urina

Il cattivo odore delle urine può creare molti problemi sia di salute che psicologici. Ecco quali sono le principali malattie collegate a questo disturbo

I cibi, i farmaci e le vitamine possono incidere sia sull’odore che sul colore dell’urina. Se noti un cambiamento dell’urina non sempre può essere legato a un problema di salute. Invece, un odore forte, cattivo o dolce che dura per più di qualche giorno non dovrebbe essere trascurato. Alcune malattie, patologie metaboliche e batteri possono alterare l’odore dell’urina. Se le tue urine hanno un odore forte costante , la miglior cosa da fare subito è contattare il medico di base, il quale sarà in grado di eseguire l’analisi delle urine o l’urino cultura e curarti adeguatamente a seconda dell’esito dell’esame.

Odore forte delle urine: le cause

L’urina ha un odore naturale, quando invece il suo odore diventa forte è il chiaro sintomo che qualcosa non funziona. Solitamente questo problema non deve destare particolari paure. A volte, tuttavia, un’urina dall’odore forte o anomalo indica un problema medico di base.

Determinati alimenti possono aumentare l’odore dell’urina. Uno di tali alimenti, a detta di molte persone, sono gli asparagi. Altri alimenti che possono modificare l’odore dell’urina comprendono le cipolle, l’aglio e il caffè. Se si sospetta che la causa sia il cibo, eliminando l’alimento ritenuto responsabile l’urina dovrebbe riacquistare il normale odore in meno di 12 ore. Se si elimina l’alimento e l’odore permane, probabilmente la causa è diversa.

Farsi visitare dal medico in presenza di un’urina di odore forte o anomalo che dura per più di due giorni o se si manifestano sintomi aggiuntivi e anomali. In presenza di sintomi gravi come urina dall’odore dolciastro, confusione mentale, gonfiore, nausea o vomito, rivolgersi immediatamente a un medico. Questi sintomi possono indicare il diabete, disidratazione grave o una malattia del fegato.

Malattia dell’urina a sciroppo d’acero

Questa è una malattia dovuta a una disfunzione metabolica ereditaria a causa della quale il corpo non riesce a metabolizzare alcune proteine.

La malattia si presenta quando viene trovato difettoso il gene che produce l’enzima utile alla metabolizzazione degli amminoacidi che si accumulano nel sangue come la isoleucina, la valina e la leucina.

I sintomi possono essere:

  • odore di sciroppo d’acero nelle urine
  • convulsioni
  • difficoltà nel mangiare
  • vomito
  • spossatezza

Questa malattia se trascurata può provocare il coma, lesioni neurologiche e perfino la morte. La terapia più comune per questa malattia è evitare cibi che contengono un’alta percentuale di proteine.

Fenilchetonuria

Fenilchetonuria, detta anche PKU, provoca un’alterazione del DNA e di conseguenza le deficienza dell’enzima necessario alla metabolizzazione dell’amminoacido fenilalanina. In questo modo la fenilalanina si accumula nel tuo corpo.

I sintomi della Fenilalanina possono essere:

  • odore forte o di muschio nell’urina
  • eruzioni cutanee
  • convulsioni
  • brividi e iperattività

La terapia indicata è una dieta ferrea che limita l’assunzione di latte, pesce, uova, piselli, nocciole e cioccolato. Il tuo medico dovrebbe inoltre prescriverti la Sapropterina per aiutarti a guarire dalla fenilchetonuria.

Chetoacidosi diabetica

La chetoacidosi diabetica si riscontra quando si riduce la quantità di insulina nel corpo.

Se il tuo corpo non ha insulina a sufficienza, il glucosio non è in grado di fornire energia per le tue cellule, e di conseguenza aumenta il livello di zucchero nel sangue che spezza il grasso per produrre energia. Quando il tuo corpo spezza il grasso, produce un acido tossico chiamato chetone.

I sintomi della Chetoacidosi diabetica sono:

  • forte odore delle urine
  • odore fruttato dell’alito
  • vomito
  • nausea
  • mal di stomaco
  • disidratazione della bocca
  • emicrania
  • respirazione affannosa
  • arrossamento del viso e disidratazione della pelle

Se trascurata può provocare la perdita di coscienza e la morte. La cura comprende la terapia insulinica, la sostituzione di elettroliti e di fluidi.

Infezione del tratto urinario

L’infezione del tratto urinario o ITU, è una comune infezione che ha origine nel sistema urinario. L’ITU è molto più comune nelle donne che negli uomini ed è più dolorosa e fastidiosa di quanto la vita possa minacciare. Possono sorgere gravi problemi se l’ITU intacca anche i reni.

I sintomi più comuni dell’ITU sono:

  • forte odore nelle urine
  • bruciore durante l’orinazione
  • stimolo persistente a orinare
  • presenza di sangue nelle urine.

Queste infezioni vengono generalmente curate con gli antibiotici.

Vaginite

Nelle donne una delle malattie principali che hanno come conseguenza un cattivo odore nelle urine è la vaginite.

Questa è una malattia che solitamente provoca anche un rigonfiamento della vagina. Il motivo scatenante della vaginite è di solito una infezione batterica o fungina.
Le donne che soffrono di vaginite, oltre all’estremo cattivo odore dell urine, sono colpite anche da una minzione dolorosa e dolore vaginale durante i rapporti sessuali.

Disidratazione

Un motivo molto comune che può provocare un cattivo odore delle urine è la banale disidratazione. Questo accade perché quando una persona beve pochi liquidi la sua urina diminuisce di volume e diventa decisamente concentrata. Le persone che bevono poca acqua,infatti, hanno solitamente un cattivo odore delle urine che diventano anche scure. L’odore dell’urina concentrata è simile a quello dell’ammoniaca.

1 Commento su Malattie legate al forte odore delle urine

  1. Salve
    Soffro dei due primi disturbi, acido folinico e sciroppo daceor nelle urine , mi st aiutando con manuali di farmaceutica alimentare, vorrei segnalarvi il mio problema brevemente, nel aria la sera sento odore di fritto, cosa puo esser dovuto? posso abbandonare qualche alimento? cosa posso fare? rispondete alla mia email pure….Buona sera a voi e cordiali saluti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche