Mali: Islamici in Fuga, Timbuctu Distrutta

Esteri

Mali: Islamici in Fuga, Timbuctu Distrutta

Gli Islamici sono in fuga, ma lasciano una scia di macerie e distruzione.

Ultimo atto di questa barbarie l’incendio di una biblioteca che ospitava migliaia di manoscritti antichi, islamici, a Timbuktu, nel deserto del Mali.

L’Unesco sta cercando di valutare il danno preciso prodotto nei giorni scorsi dai fondamentalisti islamici in fuga, accerchiati dalle truppe di Francia e Mali, all’Istituto Ahmed Baba, un moderno edificio che contiene documenti di valore inestimabile anche del 13esimo secolo.

I manoscritti sono “di valore unico e testimoniano una lunga tradizione di apprendimento e scambio culturale”, dice il portavoce dell’Unesco Roni Amelan. “Per cui siamo inorriditi”.

“Era una delle maggiori biblioteche di manoscritti islamici nel mondo”, ha detto Marie Rodet, docente universitaria di Storia africana alla London’s School of Oriental and African Studies.

I guerriglieri fondamentalisti islamici hanno preso il controllo di Timbuktu nell’aprile 2012. Ma dopo l’invasione Tuareg, la città è finita nelle mani dei radicali islamici: bar e hotel hanno chiuso e i turisti sono spariti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...