Maltrattamenti alla figlia con padella rovente: la volevano pianista COMMENTA  

Maltrattamenti alla figlia con padella rovente: la volevano pianista COMMENTA  

Una brutta storia di sevizie e violenze a danno di una bambina di sei anni. La riporta in questi giorni “Il Mattino di Padova”. Ora la bambina è diventata una donna di 22 anni, ma solo a 16 anni ha trovato il coraggio di denunciare i suoi genitori ai Servizi sociali padovani.

Leggi anche: Ecco come farsi ascoltare dai figli


I genitori di Nella (un nome di fantasia attribuito alla ragazza) sono originari delle Filippine e vivono in Italia da circa vent’anni. Hanno cominciato a maltrattare la figlia quando era molto piccola, e lei ha sempre attribuito le sevizie ad una loro educazione troppo rigida. Ora i due aguzzini, che volevano la figlia pianista e per questo le mettevano la padella bollente sulla mano mentre il fornello era acceso, sono stati finalmente condannati.

Leggi anche: Un campo magnetico all’asilo?


Le violenze, come racconta la ragazza, provenivano soprattutto dal padre. Ma la madre si era complice del marito non assumendo le difese della piccola. “Papà voleva che diventassi una pianista di successo, studiavo al Conservatorio. Mi assillava ed io peggioravo, il risultato era inverso”, racconta Nella, descrivendo poi nei minimi dettagli le violenze e le sevizie subite continuamente. Ora il suo incubo è finito e i genitori avranno la pena che si meritano.


 

Leggi anche

attentato-terroristico-istanbul
Esteri

Attentato terroristico a Istanbul: autobomba vicino allo stadio, 13 morti

Ore di terrore a Istanbul per un attentato terroristico avvenuto vicino allo stadio della squadra di calcio Besiktas. Un'esplosione devastante, visibile a chilometri di distanza, quella provocata da un'autobomba diretta contro un bus di poliziotti anti-sommossa, che ha ucciso almeno 13 persone, ferendone a decine; si tratta di un bilancio ancora provvisorio che potrebbe peggiorare nelle prossime ore. Tutto è accaduto dopo la conclusione del match della massima divisione turca tra il Besiktas e il Bursarpor. Mentre i giornalisti erano impegnati nei commenti e nelle interviste del dopo partita si è sentita una fortissima esplosione, catturata anche in diretta tv. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*