M’ama o non m’ama: alla Rete l’arduo responso COMMENTA  

M’ama o non m’ama: alla Rete l’arduo responso COMMENTA  

20130822-104615

Negli Stati Uniti impazza HeTexted.com, un sito che permette di tradurre con l’aiuto della comunità web gli sms criptici di “lui”, evitando passi falsi. Ideato da Lisa Winning e Carrie Henderson McDermott, due trentenni americane abituate a trascorrere ore ed ore a fare l’analisi incrociata con le amiche sul tema del giorno: lui ha scritto quello ma forse voleva dire quell’altro. In meno di un mese dalla sua creazione, il sito ha raccolto migliaia di iscritti, tutti impegnati nel difficile compito di interpretare l’altro sesso.


Il servizio permette all’utente (il più delle volte donna) di sottoporre i motivi della propria insicurezza al parere della Rete, caricando lo scambio di messaggi (sms, email o chat) di significato ambiguo e accompagnando il tutto con qualche riga che spieghi il contesto.


La comunità, poi, come in una moderna psicoterapia di gruppo, esprime il proprio parere cliccando alternativamente sulle caselle “gli interessi”, “non gli piaci abbastanza”, oppure “il verdetto è ancora da formulare”.

Per i casi più difficili esiste la possibilità di contattare i “bro”, ossia quattro uomini tipo in grado di interpretare al meglio i singoli segnali e suggerire possibili risposte adeguate.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*