A Mambij si celebra la libertà con le donne che bruciano il burqa e gli uomini che si tagliano la barba - Notizie.it
A Mambij si celebra la libertà con le donne che bruciano il burqa e gli uomini che si tagliano la barba
News

A Mambij si celebra la libertà con le donne che bruciano il burqa e gli uomini che si tagliano la barba

A Mambij si celebra la libertà con le donne che bruciano il burqa e gli uomini che si tagliano la barba
A Mambij si celebra la libertà con le donne che bruciano il burqa e gli uomini che si tagliano la barba

Mambij assapora la libertà con gesti nuovi. Le donne bruciano il burqa e gli uomini si tagliano la barba: segnali di una pace ritrovata.

Le donne siriane della città di Mambij hanno celebrato la libertà dallo stato islamico bruciando i loro burqa, ovvero l’abito che ricopre interamente il corpo e che sono obbligate a indossare in pubblico secondo le regole del gruppo militante.

In un video rilasciato da una agenzia curca, si scopre che molte donne hanno tolto i loro abiti di tessuto nero e li hanno bruciati.

Le forze democratiche della Sira, comprese anche i poteri delle milizie curde e arabe, hanno preso il controllo di più del 70% della città siriana nel weekend, in seguito a una offensiva che è durata mesi.

Le donne hanno tolto i loro burqa e li hanno bruciati, hanno fumato sigarette, mentre gli uomini si sono tagliati la barba, in seguito alla libertà dei 200 ostaggi civili.

Un tripudio di massa ha inghiottito la città siriana in seguito a mesi di battaglie e di dolore. I residenti che abitavano in città e coloro che sono ritornati dopo aver sentito la notizia sono stati accolti con gioia e felicità.

Abbracci e baci, visi sorridenti, e lacrime di felicità sono state viste sulle strade della cittadina a nord della Siria, come mostrano i video che sono stati rilasciati e che si possono vedere.

I bambini, come tutti i bambini, hanno giocato a calcio divertendosi, anche se praticano questo sport in zone che sembrano apocalittiche.

Durante il loro dominio, i soldati, i jihadisti dell’Isis hanno imposto delle regole e delle restrizioni molto severe ai residenti.

Le celebrazioni e i festeggiamenti si sono svolti anche in altre città della Siria, come si legge in un comunicato postato su Twitter.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche