Mamma al lavoro, figlia legata a un masso

News

Mamma al lavoro, figlia legata a un masso

Dove lasciare i bambini quando si va al lavoro è una delle questioni più scottanti della vita quotidiana di miliardi di individui in giro per il pianeta. C’è chi ha a disposizione i nonni, chi si affida all’asilo nido e chi è già arrivato, per età della prole, al momento in cui si può contare su scuole materne e elementari. Poi ci sono i casi in cui, i bambini, proprio non si sa dove lasciarli.

Lavoro e figli

Eppure, bisogna lavorare: nella gran parte dei casi non si può proprio fare altrimenti. Quando bambini e lavoro sono quasi inconciliabili, mamme e papà rischiano di inventarsi soluzioni molto particolari. Diciamo pure criticabili, per usare un eufemismo.

È il caso riportato da Metro di una mamma di nome Sarta Kalara che di mestiere scava condotti per l’energia elettrica. La donna rimane tutto il giorno a spostare grosse pietre, sotto il sole e, forse, proprio guardando uno dei massi ha avuto l’idea per sistemare la propria logistica familiare.

La donna ha infatti una figlia di 15 mesi, Shivani, che, a quanto pare, non sa proprio dove lasciare quando deve recarsi al lavoro. Soluzione? Semplice: la bimba va tutti i giorni con la mamma al lavoro.

La piccola legata al masso

Però Shivana è piccola, potrebbe farsi male, allontanarsi o chissà cos’altro. Anche in questo caso la soluzione è molto semplice: Sarta Kalara lega la figlia ad una grossa pietra, in modo che non possa cacciarsi in qualche guaio. E pazienza se il sole è vigoroso e fa un caldo dell’accidenti e c’è la polvere e tutto il resto. “Non ho altra scelta” si giustifica la mamma, “lo faccio per la sua sicurezza”, “la lego in modo che non arrivi sulla strada”.

Quanto a senso pratico nulla da eccepire, certo. È che bisognerebbe capire cosa ne pensa la bambina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche