“Mamma, papà bacia una signora in quell’auto”, inizia un folle inseguimento in strada COMMENTA  

“Mamma, papà bacia una signora in quell’auto”, inizia un folle inseguimento in strada COMMENTA  

“Mamma, guarda, c’è papà in quell’auto che sta baciando una signora”, una semplice constatazione da parte di un bambino che si trovava in auto con la madre ha dato vita ad una folle inseguimento in strada ad oltre 100 Km/h da parte della donna, seriamente intenzionata a smascherare il fedifrago. Come raccontano i media locali, è quanto accaduto a Lugo, in Galizia, in Spagna. I fatti in realtà risalgono al 2010 ma solo ora i dettagli dell’accaduto sono venuti fuori grazie al processo in corso a carico della donna accusata di ben quattro reati diversi tra cui guida pericolosa e minacce. Secondo la ricostruzione dei fatti, marito e moglie erano già in procinto di separazione quando quel giorno il piccolo ha scorto il padre in auto con l’altra donna. La moglie avrebbe immediatamente fatto inversione a U per seguire l’auto a bordo della quale si trovavano il marito e l’amante, iniziando un lungo e pericoloso inseguimento durante il quale avrebbe anche speronato l’altra vettura più volte.


La donna in aula si sarebbe difesa raccontando di non avere intenzione di speronare l’altra vettura. “Io volevo solo che l’auto si fermasse.

Non l’ho mai speronata volontariamente, loro semplicemente frenavano e non sono riuscita mai a fermarmi” avrebbe ricostruito l’imputata. Una tesi che però sembra non aver convinto particolarmente i magistrati che hanno chiesto per lei una pena di tre anni di carcere oltre al ritiro della patente di guida e a un prolungamento dell’ordine di allontanamento dal marito.

Secondo l’accusa infatti oltre a questo episodio la donna avrebbe continuato a minacciare il marito non accettando la separazione e minacciando anche di uccidersi insieme al bambino.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*