Manca il Presidente al Senato: seduta sospesa , prima volta nella storia della Repubblica COMMENTA  

Manca il Presidente al Senato: seduta sospesa , prima volta nella storia della Repubblica COMMENTA  

Roma – É il caso di dire che siamo alla frutta (ok ci siamo da un pezzo). Nella prima volta nella storia della Repubblica Italiana una seduta al Senato è sospesa per mancanza del Presidente.

Leggi anche: Renzi dopo il decreto salva-banche: ‘Adesso è urgente una riforma del sistema’

A presiedere l’Aula avrebbe dovuto esserci Domenico Nania (Pdl) ma era in ritardo o meglio, il volo che avrebbe dovuto portarlo da Catania a Roma era in ritardo.

Leggi anche: Crac finanziario, ecco nel dettaglio i numeri dei risparmiatori danneggiati

Poco male, era presente Rosi Mauro che, rifiutandosi di dimettersi dopo l’espulsione dalla Lega, aveva mantenuto la sua carica di vice presidente del Senato.

In discussione c’erano le mozioni sulla violenza contro le donne quando la Mauro si alza e se ne va: aveva un aereo da prendere.

L'articolo prosegue subito dopo

Dunque seduta sospesa fino all’arrivo di Schifani. Proprio Schifani ha così commentato l’episodio:

“Assumerò doverosamente l’impegno di acquisire tutti i dati necessari, una corretta informazione su quanto accaduto, ma voglio dire che in ogni caso un fatto è certo: che l’interruzione dei lavori di una aula parlamentare, per l’assenza di chi la deve presiedere, è un fatto increscioso. Faro un’istruttoria – ha detto il presidente Schifani – e poi riferirò all’aula e alla capigruppo”.

La Mauro ha un’altra occasione per dimettersi in modo da potersi dedicare completamente ai suoi impegni personali, evidentemente più importanti del prestigioso incarico istituzionale che ricopre.

Leggi anche

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste
Esteri

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste

 Tre donne: la presidente cinquantenne del consiglio comunale di Imatra, Tiina Wilén-Jappinen e due giornaliste, una trentenne l'altra sui cinquanta, sono state assassinate da un uomo. Tre donne  assassinate da un uomo solo, il 23enne Jori Lasonen, proprio all'entrata di un ristorante nel quartiere della vita notturna della cittadina meridionale di 28mila abitanti a circa 230 chilometri dalla capitale Helsinki e non lontano dal confine russo. L'uomo è un pregiudicato che nel 2013 aveva già aggredito con un pugnale alcuni passanti, uomo che è stato arrestato ed è adesso sottoposto a stringenti interrogatori. Afferma però  la portavoce della polizia, la Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*