Mangiare veloce è un 51% sicuro verso la depressione - Notizie.it

Mangiare veloce è un 51% sicuro verso la depressione

Salute

Mangiare veloce è un 51% sicuro verso la depressione

Hamburger, hot dog se troppo frequenti aumentano la percentuale di avere una brutta depressione. Un recente studio condotto da scienziati delle università di Las Palmas de GranCanaria e Granada, in Spagna, ha rivelato che i consumatori abituali di cibo da fast food hanno il 51% di probabilità in più di sviluppare sintomi di depressione, rispetto a chi frequenta li frequenta raramente o affatto.
Più consumi cibi veloci, maggiore è il rischio di sviluppare la depressione” afferma Almudena Sanchez-Villegas, che ha condotto lo studio, alla SINC, (fondazione spagnola per la Scienza e la Tecnologia) come riportato dal giornale Public Health Nutrition.

Lo studio ha dimostrato che i partecipanti che hanno mangiato cibi veloci o prodotti commerciali da riscaldare nel forno avevano più probabilità di essere single, meno attivi e aveva cattive abitudini alimentari, tra le quali spiccano quelle di mangiare poca frutta, noci, pesce, verdure e olio d’oliva. Fumare e lavorare più di 45 ore settimanali erano altre caratteristiche prevalenti di questo gruppo, secondo lo studio delle due università di Granada e Las Palmas.

Per quanto riguarda prodotti da forno, i risultati erano ugualmente conclusivi. ”Anche mangiarne piccole quantità è cosa pur sempre legata ad una probabilità significativamente maggiore di sviluppare la depressione”, ha sottolineato Sanchex-Villegas dell’università di Las Palmas, che ha poi aggiunto: “Anche se ulteriori studi sono necessari, l’assunzione di questo tipo di cibo dovrebbe essere controllata a causa delle sue implicazioni per la salute (come obesità e malattie cardiovascolari) e per il benessere mentale”.
La depressione colpisce attualmente 121 milioni di persone in tutto il mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Chiara Cichero 1239 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.