Parigi sotto assedio, polizia contro manifestanti

Esteri

Parigi sotto assedio, polizia contro manifestanti

Parigi

Gravi scontri a Parigi, dove è in corso una grande manifestazione indetta dai sindacati contro la riforma del lavoro: polizia contro manifestanti.

Scontri a Parigi fra le forze dell’ordine e migliaia di persone che partecipano alla manifestazione contro la riforma del lavoro promossa dal governo francese.

Fra i manifestanti che stanno dando vita agli scontri ci sarebbero, secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, “centinaia di militanti con il volto incappucciato“, che lanciano sassi e bottiglie contro la polizia. Gli agenti in tenuta anti sommossa stanno rispondendo con il lancio di gas lacrimogeni. Gli scontri verificatosi finora sarebbero stati durissimi e la polizia avrebbe già proceduto al fermo di almeno sei persone.

Gli scontri a Parigi sono iniziati nella zona dell’Ospedale Val de Grace, vicino a Place Denfert Rochereau, dove i manifestanti hanno iniziato ad avanzare a volto coperto inneggiando “Parigi, alzati, sollevati”. Le forze forze dell’ordine hanno risposto con un ampio dispiego di agenti.

La situazione nella capitale francese era già molto tesa dopo l’assassinio, rivendicato dal terrorismo islamico, di una coppia di poliziotti e, oggi, con la grande manifestazione promossa dai sindacati e guidata dal leader della CGT Philippe Marinez, rischia di finire fuori controllo.

Il corteo è partito da Place d’Italie poco dopo le 13 e terminerà agli Invalides. Obiettivo dichiarato dei sindacati è quello di portare in piazza il maggior numero di persone possibile (i partecipanti alla manifestazione di fine marzo furono almeno 400 mila).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche