Manifestazione unitaria Cgil-Cisl-Uil. In piazza, A Roma il 13 Aprile COMMENTA  

Manifestazione unitaria Cgil-Cisl-Uil. In piazza, A Roma il 13 Aprile COMMENTA  

I sindacati tornano in piazza contro il Governo il 13 Aprile con una manifestazione, per tentare di risolvere i problemi che la riforma delle pensioni ha lasciato aperti, la questione “esodati” e “le ricongiunzioni onerosi”. Alla manifestazione indetta inizialmente dalla Cgil, capeggiata da Susanna Camusso, hanno deciso di aderire anche gli altri sindacati.

Alla manifestazioni parteciperanno gli “esodati” da una parte – circa 350 mila lavoratori, dato non ufficiale, ma plausibile – e i “ricongiungimenti onerosi” dall’altra. I primi rischiano di restare per anni senza ammortizzatori e senza pensione, mentre i secondi, rischiano di percepire assegni dimezzati rispetto a quanto avevano calcolato in base ai contributi versati…a meno che non sborsino all’Inps centinaia di migliaia di euro.

Della prima categoria fanno parte tutti quei dipendenti che sono stati incentivati ad abbandonare l’azienda per la quale lavoravano, con la prospettiva di una copertura di mobilità e disoccupazione fino all’età pensionabile.

Della seconda, chi nel corso della vita lavorativa, ha cambiato azienda e quindi ha versato i contributi in due casse previdenziali diverse (per es. prima l’Inpdap e poi l’Inps).

5 Commenti su Manifestazione unitaria Cgil-Cisl-Uil. In piazza, A Roma il 13 Aprile

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*