Manowar: The lord of Steel, la recensione della nuova versione

Musica

Manowar: The lord of Steel, la recensione della nuova versione

A distanza di pochi mesi torniamo a recensire The Lord Of Steel dei Manowar. Vi starete chiedendo il perché di una seconda recensione. Non certo perché abbiamo cambiato giudizio nel frattempo. Semplicemente perché i Manowar hanno messo a disposizione una seconda versione mixata meglio e con una bonus track, “The Kingdom of Steel” della quale potevamo fare benissimo a meno anzi, se possibile fa abbassare ancora di più la valutazione dell’album data nella precedente recensione. Dobbiamo ripeterci, “The lord of Steel” manca di mordente, è un disco piatto a (larghi) tratti noioso. Pochi i brani che si salvano attestandosi su una risicata e, forse, generosa, sufficienza come la title track oppure, Manowarriors. Questo è probabilmente l’album più fiacco della pur gloriosa carriera dei Manowar. I “Kings of Metal” hanno abdicato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...