Marchionne: “Sede Fiat-Chrysler sarà a Torino o a Auburn Hills”

Torino

Marchionne: “Sede Fiat-Chrysler sarà a Torino o a Auburn Hills”

Torino – La sua successione (“non mi muovo fino al 2015”), ma anche il quartier generale del gruppo Fiat-Chrysler, quando sarà ultimata la fusione tra le due case automobilistiche, con un terzo candidato che spunta tra Torino e Auburn Hills. Sergio Marchionne, amministratore delegato del Lingotto, ha illustrato i suoi piani per il futuro sul “Wall Street Journal” di oggi.

“C’è bisogno di chiarezza sulla successione e ritengo che il 2015 sia il momento adatto”, ha assicurato Marchionne. Per allora “tutto il lavoro internazionale” per fondere le due case automobilistiche in un unico costruttore globale sarà completato.

Solo allora si potra pensare ad un successore, “che verra dall’interno” ha preannunciato Marchionne. Un tema, quello della fusione, legato a stretto filo a quello della sede della nuova entità che nascerà da Fiat-Chrysler.

“Entrambe Torino e Auburn Hills possono ospitarla”. Ma c’è anche un’alternativa, ha osservato per la prima volta Marchionne: “l’America Latina, siamo molto apprezzati in Brasile”.

Quanto ai timori italiani di perdere centralità nel nuovo universo Fiat Chrysler che si sta delineando, Marchionne ha osservato: “L’attaccamento emozionale al proprio Paese deve essere ripensato.

Non significa che stai tradendo qualcuno, significa solo che stai crescendo. E’ come quando i figli vanno via da casa. Non significa che non ti vogliano piu bene. Vuol dire solo che faranno delle cose e vivranno da soli. Credo che per il business valga la stessa cosa”. La decisione della sede tuttavia non è imminente ed è legata alla quota detenuta in Chrysler al fondo Veba.

“Niente sarà deciso prima del 2013” si legge sul “Wall Street Journal”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...