Marcia pro Migranti a Milano: scontro Sala-Maroni

News

Marcia pro Migranti a Milano: scontro Sala-Maroni

Sala
"MIlano senza Muri" la marcia organizzata dal sindaco Sala

Aggrediti un militare e un poliziotto alla stazione di Milano. Il governatore Maroni "Marcia da annullare", il sindaco Sala risponde "Marcia si farà. L'aggressore è un ragazzo italiano, facile dare la colpa agli immigrati".

La marcia a favore dei migranti “Milano senza Muri” in programma per sabato, si farà. Lo ha confermato il sindaco di Milano Beppe Sala, che rispedisce al mittente l’invito avanzato dal presidente della Regione Roberto Maroni che aveva chiesto di annullare la manifestazione dopo l’aggressione alla stazione di Milano da parte di uno straniero nei confronti di un poliziotto e di un militare.

Vedo alcuni che chiedono l’ annullamento della marcia, e ripenso a quanti erano in coda per rubare un selfie con il Papa nel corso della sua visita a Milano, salvo dimenticarsi all’istante l’insegnamento del Santo Padre. Forse un pò di coerenza non guasterebbe“, ha affermato Sala.

L’aggressione

La richiesta di Maroni è arrivata in seguito all’aggressione di un agente della Polfer e di u militare semplice dell’Esercito, accoltellati da un ventenne nella serata di ieri nella stazione Centrale a Milano, mentre un caporale maggiore è stato dimesso con prognosi di 7 giorni.

Il governatore, subito dopo l’aggressione, ha dichiarato “Ho espresso, e la rinnovo, la mia solidarietà e vicinanza agli agenti che sono stati feriti e che sia opportuno, lo ripeto, annullare la marcia pro-immigrazione prevista per domani a Milano, in segno di rispetto per le forze dell’ordine e per chi garantisce la nostra sicurezza ed esposto, purtroppo, come si vede, a rischi per la propria vita e per la propria incolumità”.

Le parole di Salvini

Subito è intervenuto anche il leader della Lega, Matteo Salvini, che su Facebook ha scritto “Immigrato nordafricano, già arrestato per droga, accoltella un militare e un poliziotto durante un controllo in Stazione Centrale a Milano. E quei fenomeni del PD cosa fanno? Organizzano per sabato la “Marcia per i migranti“. Ignoranti e complici, razzisti con gli italiani. #votosubito #stopinvasione

Il ragazzo però non è un immigrato, ma figlio di una donna italiana e padre magrebino. Così ha specificato Sala, “criminale che ha accoltellato gli uomini delle forze dell’ordine è figlio di madre italiana e di padre nordafricano ed è italiano a tutti gli effetti. Ciononostante a qualcuno fa comodo buttare questo atto criminoso sul conto dei migranti“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...