Marco Rubio: non mi interessa la vice presidenza, mi ritiro a vita privata COMMENTA  

Marco Rubio: non mi interessa la vice presidenza, mi ritiro a vita privata COMMENTA  

Fuori dalla corsa per la Casa Bianca, il senatore americano Marco Rubio ha dichiarato nei giorni scorsi di non essere interessato ad alcun incarico di secondo piano. “Non sarò il vice presidente di nessuno”, ha detto Rubio, “non sono interessato a fare il vice presidente”, e neppure “correrò per diventare il governatore della Florida” e, anzi, quando, a gennaio, scadrà il mandato da senatore, l’intenzione è quella di ritirarsi a vita privata.


Marco Rubio è apparso determinato nell’esprimere la volontà di sfilarsi dalla vita politica, ma è probabile che la sua sia una scelta molto precisa proprio in vista del suo futuro.

In questo momento, i voti lasciati liberi da Rubio devono trovare un nuovo destinatario, e Ted Cruz e John Kasich stanno facendo un po’ la parte degli avvoltoi.

In gioco c’è molto, c’è il ruolo di vero e unico anti Trump, da eleggere il prima possibile in maniera da sconfiggere il miliardario newyorchese entro la convention di luglio, dove si deciderà la nomination repubblicana per la Casa Bianca.

L'articolo prosegue subito dopo

È probabile che Rubio non voglia fare il vice presidente perché ritiene di avere i numeri per poter diventare egli stesso presidente, in futuro e, proprio per questo, è improbabile che decida davvero di seguire le orme di Cincinnato, ritirandosi a vita privata.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*