Marò in India rischiano dieci anni COMMENTA  

Marò in India rischiano dieci anni COMMENTA  

maroindia_3

I due fucilieri della Marina Militare italiana non verranno condannati a morte, ma giudicati in base alle disposizioni del Sua Act, le norme anti-terrorismo indiane. E’ quanto ha dichiarato il ministero degli Interni indiano, Kuldeep Dhatwalia. Il governo indiano ha cioè ordinato alla polizia investigativa National Indian Agency di perseguire i Marò Salvatore Girone e Massimiliano La Torre applicando loro la pena  prevista da tali disposizioni, che è di massimo 10 anni.


Di fronte a tali notizie, la reazione del Ministro degli Esteri, Emma Bonino, è stata piuttosto dura: “Il nostro impegno di riportare a casa Massimiliano La Torre e Salvatore Girone è più forte che mai”, ha dichiarato.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*