Marò in Italia per il Voto

Esteri

Marò in Italia per il Voto

I due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone potranno tornare in Italia per votare.

La Corte Suprema di New Delhi ha deciso di accogliere la richiesta di un permesso di quattro settimane chiesto dai due militari italiani detenuti in India con l’accusa di omicidio di due pescatori.

Il permesso permetterà loro di esercitare il diritto di voto, ma anche, vista la durata, di trascorrere un periodo con i loro cari.

Si prevede che i due fucilieri partano in tempi rapidi in modo da votare nelle loro circoscrizioni elettorali domenica o lunedì.

La Corte Suprema ha autorizzato i due imputati a lasciare l’India dietro alcune garanzie. Tra queste c’é un affidavit firmato da Latorre e Girone in cui si impegnano a tornare nei tempi stabiliti.

Sembra, però, che i due connazionali dovranno lasciare l’India con un documento provvisorio: nel corso dell’udienza è nato infatti un “giallo” sui loro passaporti che, spediti dal Kerala a New Delhi, risultano al momento introvabili.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche