Maroni: bloccare subito gli sbarchi o campi profughi in Libia COMMENTA  

Maroni: bloccare subito gli sbarchi o campi profughi in Libia COMMENTA  

Roberto Maroni resta sul tema immigrazione, facendo una proposta che si colloca agli antipodi rispetto alla politica finora adottata dal governo italiano.

Il governatore della Regione Lombardia, nell’ambito di un’audizione svoltasi ieri presso il Comitato Parlamentare di indagine conoscitiva sui flussi migratori in Italia, ha tracciato a grandi linee il suo piano per la gestione del flusso di migranti che si riversa sulle coste italiane.

Leggi anche: ULTIM’ORA Cagliari. Schianto fra due auto. 21enne perde la vita


“Si devono impedire le partenze con il blocco navale o, ancora meglio, fare campi profughi in Libia. Si parla di 500mila persone pronte a partire, un numero incredibilmente alto”.

Il tutto passando per la sospensione degli accordi di Schengen.

Leggi anche: La danza del Papa: video virus su WhatsApp


Blocco totale all’arrivo di migranti, quindi, secondo l’esponente leghista, mentre l’Europa, in via ufficiale, sostiene l’accoglienza limitata a coloro cui spetta asilo politico e mentre l’Italia, nell’impossibilità pratica di attuare l’indicazione richiamata giorni fa in un comunicato congiunto Parigi – Berlino, accoglie tutti.


La fattibilità della realizzazione di campi profughi in Libia si scontra con l’instabilità politica di quel paese, dove l’ONU non riesce a portare a compimento il mandato di formare un governo di unità nazionale (il mediatore Bernardino Leon si è visto bocciare pochi giorni fa la quarta bozza di accordo), nonché con la mancata condivisione sul punto da parte della comunità internazionale. La sede per cercare di ottenere qualcosa sul fronte libico, per l’Italia, avrebbe forse potuto essere il G7, dove, invece, di buone notizie non ce n’è stata neppure una.

L'articolo prosegue subito dopo


Il blocco navale è invece un’ipotesi osteggiata dall’Europa proprio in virtù del trattato di Schengen, ma è pur vero che da diverse fonti arrivano le notizie che, alle frontiere con Francia e Austria, ad esempio, i migranti che tentano l’ingresso in quei paesi sono respinti, finendo per rimanere in Italia. Come ha riferito Maroni proprio su questo tema, “di fatto la polizia francese sta sospendendo Schengen con controlli alle frontiere che non si potrebbero fare”.

Leggi anche

Giovane muore di emorragia: l'ultimo saluto del suo amico fido Mollie
Esteri

Giovane muore di emorragia: l’ultimo saluto del suo amico fido Mollie

Un video che è diventato subito virale: Ryan Jessen, 33 anni ha un forte mal di testa ma in ospedale scopre di avere una emorragia cerebrale. Il video del suo cane, che lo sostiene e gli porge l'ultimo saluto   E' proprio vero che il cane è il migliore amico dell'uomo. E questa è una delle migliaia di dimostrazioni. Così, Ryan Jessen, un giovane di 33 anni, ha scoperto di essere sul finir della vita dopo essere stato in ospedale a causa di una terribile emicrania. Ma gli accertamenti alcuni accertamenti hanno rivelato che di emicrania non si trattava: Ryan Jessen aveva infatti Leggi tutto

1 Trackback & Pingback

  1. Maroni: bloccare subito gli sbarchi o campi profughi in Libia | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*