Martina Levato è stata separata dal figlioletto, ora l’attende il carcere COMMENTA  

Martina Levato è stata separata dal figlioletto, ora l’attende il carcere COMMENTA  

Martina Levato è stata nuovamente separata dal suo bimbo in ossequio al provvedimento dei giudici minorili. Il bimbo, appena uscito dalla clinica, verrà adesso trasferito presso una comunità protetta per minori, mentre per la madre si prospetta il ritorno in carcere.

Martina verrà portata fuori dalla clinica Mangiagalli di Milano per essere tradotta nel carcere di San Vittore, come disposto dalla magistratura.

Il piccolo figlioletto di Martina, nato a Ferragosto, è stato riconosciuto anche da Alexander Boettcher, condannato in primo grado a 14 anni per l’aggressione con l’acido. Marcello Musso, il p.m. di Milano che segue l’inchiesta ha chiamato questa mattina il primo cittadino di Milano, Giuliano Pisapia, per risolvere il problema del riconoscimento di paternità.

Il sindaco si è adoperato per inviare due messi comunali a San Vittore per procedere al riconoscimento formale.  Adesso il legale di Boettcher, depositerà a breve un’altra istanza al Tribunale di Milano per chiedere che il proprio assistito possa quantomeno vedere il piccolo.

Leggi anche