Papa Francesco ricorda il massacro degli armeni 1915

News

Papa Francesco ricorda il massacro degli armeni 1915

Il Papa: il genocidio degli Armeni è stato il primo del XX secolo

Nel giorno della Pasqua ortodossa, Papa Francesco ha ricordato il genocidio armeno

Sul massacro degli Armeni grave un pesante oblio: nel suo centenario, il Pontefice lo ricorda come “il primo genocidio del ventesimo secolo”, a fronte di quelli di Hiltler e Stalin, mentre oggi i conflitti etnici e religiosi rischiano di aprire un nuovo genocidio contro i cristiani.


Il termine “genocidio”, già usato da Francesco due anni fa, aveva scosso la Turchia, trincerata in un pesante negazionismo storico. Sebbene l’anno scorso il premier Recep Tayyip Erdogan abbia espresso per la prima volta il proprio cordoglio alle discendenti delle vittime, il governo turco continua a negare che la deportazione di un milione e mezzo di armeni cristiani sia stato un vero genocidio, definendola la questione gli “eventi del 1915”: un atteggiamento che allontana la Turchia dall’entrata nell’Unione Europea.

Papa Francesco si è ricollegato alla dichiarazione del predecessore Giovanni Paolo II insieme a Karekin II del 27 settembre 2001, invocando un “cammino di riconciliazione tra il popolo armeno e quello turco”: si tratta di un’istanza rivolta all’intera famiglia umana, che arranca in preda a conflitti, mai sazia di sangue innocente.

Preservare la memoria è un dovere morale, ha ribadito Francesco, perché “nascondere il male [sarebbe] come non curare una ferita”. Il massacro armeno, detto il “Metz Yeghern” (Grande male), ha lasciato segni indelebili nelle famiglie ed è emblema delle offese che macchiano la dignità umana e Dio.

1 Trackback & Pingback

  1. Papa Francesco ricorda il massacro degli armeni 1915 | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...