Mate 9: info, caratteristiche, costo COMMENTA  

Mate 9: info, caratteristiche, costo COMMENTA  

Mate 9
Mate 9 è il nuovo phablet di casa Huawei.

Non è la nuova frontiera della telefonia, ma si difende bene: è il Mate 9, nuovo arrivato di casa Huawei.

Nato con l’intento – a più riprese dichiarato – di marcare un definitivo salto di qualità nel mondo della telefonia mobile, iPhone esclusi, e di assestarsi sullo stesso livello di competitività di Samsung, il nuovo Huawei Mate 9, in vendita da poche ore, si rivela al contrario un prodotto decisamente di transizione: non che manchino le migliorie, tuttavia queste non sono così significative da definire chissà quale svolta epocale. Si tratta perlopiù di upgrades – alcuni significativi, altri un po’ meno – del precedente Mate 8, testimonianze del fatto che un lavoro di implementazione tecnologica è stato sicuramente eseguito, e anche molto bene, ma nel segno di una continuità e non di una preannunciata rivoluzione. Forse è proprio la natura ibrida di questi phablet, smartphone dagli schermi smodatamente grandi che li rendono assimilabili ai tablet, a inibire delle svolte significative. Ad ogni modo, vediamo quali sono le caratteristiche principali di questo nuovo Huawei Mate 9.

La struttura è quella classica della serie Mate. Scocca in metallo e parco uso di plastica, giusto un paio di lingue a copertura delle antenne. Il peso – 190 grammi – è considerevole, ma è compensato dallo spessore ridotto – meno di otto millimetri – e soprattutto dall’enorme schermo con diagonale da 5,9 pollici e rizoluzione monstre da 1080 x 1920 pixel. Il nuovo processore HiSilicon Kirin 960 octa core da 2,4 GHz garantisce prestazioni ottimali e una grande fluidità nell’elaborazione dei dati, assicurati da uno storage device interno da 64 GB. Con uno schermo così grande, però, il punto di forza del Mate 9 non poteva non essere la riproduzione video: le due fotocamere, la prima da 12 megapixel la seconda – monocromatica – da 20, fanno un buon lavoro sia separatamente che – soprattutto – integrate, malgrado un leggero blurring ai lati appaia sovente in quest’ultima modalità. A corredo anche una terza fotocamera, frontale, da 8 megapixel. Tutto il corredo di fotocamere è griffato Leica. Allo stesso modo, anche la cattura dell’audio offre prestazioni di valore assoluto, grazie soprattutto ai quattro microfoni direzionali.

A livello di software, Mate 9 arriva sul mercato come primo apparecchio con Android Nougat, peraltro potenziato dalla nuova interfaccia EMUI 5.0. Anche qui, scorrimento fluido e prestazioni migliorate (ottimo il sistema single hand). In fase promozionale, Huawei si è lanciata nel proclama di un rivoluzionario sistema di machine learning: siamo alle soglie dell’intelligenza artificiale. Purtroppo – o per fortuna -, si è trattato di un’iperbole, per l’appunto, promozionale, ma rimane la capacità dell’apparecchio di memorizzare le nostre abitudini e richiamare automaticamente le configurazioni a noi più congeniali. Infine la batteria, non rimovibile ma ottima e abbondante, in grado di garantire dalle 36 ore in su di autonomia anche a pieno regime.

Huawei Mate 9 è disponibile in Italia al prezzo di 749 €, vale a dire cinquanta euro in più rispetto al resto d’Europa. Questione di tasse maggiorate rispetto all’UE, a quanto pare.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*