Matrimoni e altre cerimonie, per un evasione da capogiro

Bari

Matrimoni e altre cerimonie, per un evasione da capogiro

Una frode da capogiro per una lussuosa sala ricevimenti in provincia di Bari. La scoperta, resa nota dalla Guardia di Finanza di Monopoli dopo accurate verifiche, è giunta da pochissimi giorni.

Al vaglio delle fiamme gialle fatture e ricevute. Una documentazione fiscale mendace, perché non corrispondente con il reale ammontare dei costi delle feste: a fronte di 86 euro dichiarati per persona, emerge che i clienti della sala spendevano in media 134 euro a testa. L’evasione andava avanti dal 2006.

La soffiata ai Finanzieri è giunta dagli stessi clienti, che finiti i banchetti e pagata la festa, ricevevano fatture inferiori al pagamento corrisposto.

La vistosa incongruenza tra realtà e contabilità, ha portato la finanza ad appurare il danno fiscale dell’illecito.

Un’evasione di 7 milioni e 300mila euro, oltre a un’Iva non corrisposta di 730mila euro.

Il titolare del ristorante è stato denunciato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*